Questo sito utilizza i cookie (propri e di altre parti) per migliorare la tua navigazione.
Proseguendo autorizzi l’uso dei cookie.
Leggi l'informativa
accetto

News

Agevolazioni e invalidità civile: INPS diffonde la comunicazione tecnico scientifica per l'accertamento della disabilità legata alla SM

15/01/2013

 

Il documento è stato elaborato in collaborazione con AISM. Un altro importante riconoscimento ufficiale della malattia per fini medico legali. L’impegno dell'Associazione nel campo delle agevolazioni e dei diritti non termina qui 

 

Il nuovo anno inizia con una buona notizia per le persone con SM. A fine dicembre, infatti, la segreteria della commissione medica superiore INPS ha diffuso presso tutte sue unità operative la Comunicazione Tecnico Scientifica per l’accertamento degli stati invalidanti correlati alla sclerosi multipla. Elaborata insieme ad AISM sulla base di un confronto durato diversi mesi, questo strumento sarà di supporto alla valutazione della disabilità a livello medico legale, ovvero il riconoscimento dell’invalidità, dello stato di handicap in base alla Legge 104, della disabilità a fini lavorativi ai sensi della L.68/99. Grazie a questo documento sarà possibile finalmente innovare, migliorare e rendere maggiormente omogenee le modalità accertative della sclerosi multipla a fini medico legali.

 

La Comunicazione Tecnico Scientifica si affianca ad un altro strumento emanato da INPS lo scorso luglio 2012 - le Linee guida I.N.P.S. per l’accertamento degli stati invalidanti - con cui INPS indirizza le proprie commissioni per quanto riguarda la valutazione dell’invalidità civile. Anche in queste ultime linee guida è constatabile il recepimento delle richieste della nostra Associazione nel definire aspetti – come ad esempio gli effetti collaterali dei farmaci, i problemi cognitivi, i disturbi agli arti superiori – che precedentemente venivano sottovalutati, se non completamente ignorati, dalle commissioni. Le linee guida sanciscono un primo ufficiale riconoscimento alla malattia, che mai aveva avuto una sua “tabellazione” ai fini medico legali, sottolineandone la complessità di valutazione e garantendo uno strumento utile per i valutatori e in qualche modo strumento di garanzia per le persone con SM.

 

Il ruolo di AISM sul tema dell’accertamento non si conclude qui. Proseguiremo la collaborazione con INPS prevedendo momenti di formazione specifica per medici ed assistenti sociali delle commissioni e monitorando l’adeguata applicazione dei nuovi strumenti. Lavoreremo con le commissioni ASL affinché recepiscano a loro volta i contenuti delle linee guida e della comunicazione tecnico scientifica. Continueremo ad  affiancare le singole situazioni di persone con SM per le quali verificheremo valutazioni medico-legali non adeguate. Continueremo a lavorare a diversi livelli per diffondere la conoscenza della malattia anche nei suoi aspetti meno visibili (la fatica, il dolore, gli effetti collaterali dei farmaci, l’impegno diagnostico-terapeutico-riabilitativo, l’enorme impatto sociale) affinché venga garantita una adeguata valutazione ed il conseguente godimento di diritti e benefici.

 

Un buon accertamento è la premessa essenziale perché le persone con SM possano beneficiare di agevolazioni e diritti utili al reperimento ed al mantenimento del posto di lavoro, ad un’adeguata assistenza, ad un pieno godimento del diritto allo studio, al tempo libero,  ad una buona qualità di vita in tutte le aree dell’esistenza che dalla SM sono purtroppo, come ormai ben sappiamo, duramente colpite.

 

 



  • Facebook
  • Twitter
  • Flickr
  • Medium
  • Pinterest
  • Canale Youtube
  • Feed RSS
  • forum