AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Cerca la notizia

E.g., 01/12/2021
E.g., 01/12/2021
Home » News
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

5x1000: la tua firma è la nostra forza. Sostieni la ricerca sulla sclerosi multipla

06/04/2016

Grazie alla scelta dei cittadini italiani AISM con la sua Fondazione ha potuto finanziare anche nel 2015 il Bando FISM di ricerca sulla SM e i Progetti speciali. Ma gli studi che meriterebbero di essere sostenuti sono molti di più

 

5x1000 - grafico

 

Negli ultimi 25 anni, AISM e la sua Fondazione hanno destinato oltre 50 milioni di euro alla ricerca, sovvenzionando il 70% della ricerca scientifica sulla sclerosi multipla in Italia e confermandosi al terzo posto nel mondo tra le altre Associazioni che sostengono la ricerca sulla SM.

 

Nel 2015 grazie al 5x1000 di migliaia di cittadini abbiamo finanziato il Bando di ricerca FISM per 3 milioni di euro e i Progetti speciali per 1,3 milioni di euro.

 

Con il Bando FISM abbiamo sostenuto 27 progetti (25 progetti di ricerca e 2 borse di studio) diversificati nelle fasi di ricerca fondamentale, preclinica, traslazionale e clinica, coinvolgendo 35 laboratori di ricerca, di cui 3 all'estero.

 

Fra i Progetti speciali, abbiamo potuto portare avanti studi in campi che rappresentano le prossime sfide alla malattia: dalle forme progressive di SM alla creazione di database (registri e INNI) alla riabilitazione terapeutica.

 

Ma ogni anno i progetti giudicati meritevoli di finanziamento sono molti di più: l’anno scorso le proposte giunte in risposta al Bando erano ben 184. Per dare risposte concrete, per far sì che l’eccellenza della ricerca si trasformi in qualità di vita per le persone con SM, è necessario indagare il più possibile. Per questo ci serve il tuo aiuto: dona anche tu il 5 per mille a chi crede nella collaborazione come valore, per la ricerca, per il suo sostegno.

 

Come fare
Dal 2006 i cittadini contribuenti possono decidere di vincolare una parte dalla propria imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) – il 5 per mille – per sostenere enti non profit, università e istituti di ricerca. Destinare il 5×1000 è un gesto volontario e consapevole senza costi aggiuntivi: compilando l’apposito modulo allegato al modello integrativo CUD, al modello Unico o 730, al momento della dichirazione dei redditi puoi cambiare la storia della ricerca scientifica.
Basta firmare nel riquadro "finanziamento della ricerca scientifica e dell'università" e inserendo il codice fiscale 95051730109

 

Guarda il video della campagna virale di quest'anno:

Seguici sui social

  • Facebook
  • Twitter
  • Canale Youtube
  • Instagram