-A +A
Home » Disturbi visivi
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

Disturbi visivi

 

La neurite ottica è una delle manifestazioni cliniche più frequenti della sclerosi multipla ed è la più comune causa di disturbo della vista tra quelli causati dalla patologia. Solitamente si manifesta con un calo dell’acuità visiva monooculare, spesso associato a dolore, che pregredisce nell’arco di giorni, seguito da una fase di stabilità e poi un recupero che può essere completo o meno. Altri disturbi della vista sono oscillopsia, legata alla presenza di nistagmo e diplopia, ossia la visione sdoppiata causata da un non perfetto allineamento dei bulbi oculari solitamente per una lesione a carico del sistema oculomotore.

 

Strumenti diagnostici: il sospetto clinico di neurite ottica può essere supportato  dall’esame oftalmoscopico del fundus oculare mentre il danno alle fibre del nervo ottico può essere obiettivato tramite l’analisi dei potenziali evocati visivi, che dimostrano un rallentamento della trasmissione dell’impulso.

 

Terapia farmacologica: La neurite ottica viene trattata come le altre manifestazioni di ricaduta di SM, cioè con un breve ciclo di terapia steroidea e.v.
Alcune segnalazioni indicano che l’oscillopsia talora risponde a terapia con baclofen o gabapentin.

 

Terapia non farmacologica: L’oscillopsia causata dal nistagmo può talora essere resa meno fastidiosa utilizzando lenti prismatiche.

 

Ultimo aggiornamento agosto 2018

 

Nella foto: un'immagine dal reportage Under Pressure - Living with MS in Europe. © 2011, Carlos Spottorno