AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Cerca la notizia

E.g., 13/08/2020
E.g., 13/08/2020
Home » News
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

5x1000 a FISM. La ricerca sulla sclerosi multipla non si è mai fermata, e non può fermarsi mai

Un piccolo gesto di grande valore può contribuire a sostenere le ricerche fondamentali per le persone con sclerosi multipla. Solo insieme di può fare. #insiemepiùforti

30/06/2020
Dona il tuo 5x1000 a FISM per la ricerca sulla sclerosi mutipla

 

La sclerosi multipla è una delle prime cause di disabilità nei giovani. La malattia, cronica, imprevedbile e progressivamente invalidante, una delle più gravi del sistema nervoso centrale, colpisce per lo più i giovani tra i 20 e i 40 anni e le donne. Sono 126 mila le persone con sclerosi multipla in Italia. Una diagnosi ogni 3 ore.

 

AISM con la sua Fondazione FISM da oltre 30 anni promuove, finanzia, indirizza e orientala ricerca scientifica. Grazie alle donazioni del 5x1000 l’Associazione ha investito sulla ricerca per la SM oltre 80 milioni di euro solo negli ultimi 10 anni. Sono oltre 100 i progetti di ricerca attivi, finanziati da FISM per il 2020, sia attraverso il suo Bando annuale sia tramite programmi speciali. La rete dei ricercatori impegnati in questo campo raggiunge ormai 229 gruppi di ricerca.

 

Ogni anno AISM con la sua Fondazione mette a disposizione dei ricercatori 5 milioni di euro grazie al bando FISM.

 

Insieme al nostro testimonial Alessandro Borghese, che da diversi anni ci sostiene in questo appello per la ricerca, abbiamo voluto che a raccontare la ricerca fossero i ricercatori stessi. Massimiliano, Matilde e Federico, sono tre dei 500 ricercatori che affiancano FISM nel suo percorso di ricerca per cambiare in meglio la vita di migliaia di persone.

 

Volti della ricerca

 

Obiettivo della ricerca FISM è trovare la causa e la cura per la sclerosi multipla. Attraverso il bando miriamo  ad identificare e sviluppare nuovi candidati farmacologici, nuovi metodi di trattamento riabilitativo e nuove modalità per trattare i molti sintomi della sclerosi multipla. Ma abbiamo anche i progetti speciali. L’impegno per la SM Progressiva ha visto l’Associazione tra i fondatori della International Progressive MS Alliance, che coinvolge i migliori ricercatori del mondo e l’industria  al fianco del movimento SM globale, con un investimento che raggiungerà i 53 milioni di euro entro il 2025. È un grande progetto internazionale che sta già dando i suoi frutti: sono già state individuate 15 nuove molecole che potranno diventare nuovi farmaci per le persone con forme progressive ancora orfane di terapie risolutive.

 

E poi c’è la ricerca sulla SM pediatrica, un campo che va esplorato sempre più a fondo, il Registro Italiano sclerosi multipla - strumento essenziale in gradi di connettersi ad altre banche dati in tutto il mondo per condurre studi che possono indirizzare ancora meglio le terapie e l’assistenza delle persone con SM. La ricerca sulle cellule staminali dopo vent’anni di studi ha potuto passare dal ricerca di base a ricerca sull’uomo, e oggi stiamo proseguendo su questa strada. Neuroimmagini e neuroriabilitazione sono anch’essi filoni che contribuiscono a creare il quadro completo della ricerca sulla sclerosi multipla.

 

Insieme ai neurologi italiani e alle persone con SM abbiamo dato una risposta tempestiva anche durante l’emergenza che ha colpito tutti, promuovendo una ricerca italiana  - la prima al mondo - per studiare l’impatto dell’infezione da Covid-19 sulla SM e sulle terapie in atto a breve e lungo termine e superare insieme l’emergenza.

 

“Diversificare è la parola chiave della strategia che AISM con la sua Fondazione FISM – Fondazione Italiana Sclerosi Multipla - Diversificare, in altre parole, vuol dire impegno a rendere libere le persone dalla SM, non trascurando nessuna strada, percorrendole e “connettendosi” con tutte”, dichiara il Prof. Mario Alberto Battaglia, Presidente FISM.

 

Il 5x1000 è uno strumento fondamentale per sostenere la ricerca scientifica e fermare la sclerosi multipla. Donare è semplice e non costa niente: il 5×1000 è una quota delle tasse (IRPEF) che i contribuenti possono destinare a sostegno di una causa importante e che, in alternativa, verrebbe comunque trattenuta dallo Stato.

 

Se abbiamo raggiunto risultati importanti, non si può negare che le sfide che ci aspettano sono ancora molte. Basta vedere il rapporto tra le ricerche che abbiamo potuto finanziare lo scorso anno grazie al 5x1000. Per ogni studio finanziato, ce ne sono altri due che avrebbero meritato il nostro sostegno, ma non è stato possibile.

 

 

La ricerca che non si è mai fermata e non deve fermarsi mai, per le oltre 126 mila persone con SM e il loro diritto alla vita.

 

Questo è possibile grazie a tutti cittadini italiani che sostengono da anni con il loro 5X1000 insieme alle persone con SM e alla ricerca di AISM e la sua Fondazione. #insiemepiùforti

 

Basta una firma e l’inserimento del codice fiscale FISM  95051730109 nel riquadro Finanziamento della ricerca scientifica e della università sul modulo della dichiarazione dei redditi (Certificazione Unica, 730, Unico) per permettere a FISM di FISM finanziare i progetti di eccellenza nell'ambito della ricerca sulla sclerosi multlipla.