4 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Joey81
COVID 19

Buongiorno a tutti,
chissà se qualcuno porà aiutarmi a chiarirmi un po' le idee! Non ci sto più capendo nulla!
Dunque, faccio una breve premessa ..sono lavoratrice dipendente di una grande azienda, assunta come categoria protetta. Non ho la 104.
Il 24 febbraio ho scritto al medico del lavoro della mia azienda, dicendogli che ho la sclerosi e la terapia che facevo e chiedendogli cosa mi consigliava di fare, visto che io lavoro a contatto con il pubblico. Mi ha risposto consigliandomi di stare a casa. La mia dottoressa mi ha quindi messo in mutua. Mutua che è durata fino al 3 aprile.
Nel frattempo è uscito il decreto cura Italia, che all'art. 26 comma 2 prevede l'astensione da lavoro, equiparata a ricovero, fino al 30 aprile, per quelle categorie di persone per le quali fosse stata certificata una condizione di immunodepressione. Certificazione fatta dall'organo medico legale competente. E qui iniziano i miei dubbi. Chi è l'organo medico legale competente? L'inps immagino...peccato che l'inps abbia sospeso tutte le visite!
Io attualmente ho un certificato del mio neurologo che attesta l'immunodepressione acquisita, e un altro certificato dl mio medico di base che dice la stessa cosa.
Ho mandato entrambi i certificati al medico del lavoro aziendale e mi ha detto che vanno bene e di inviarli al Personale e così ho fatto.
Ora... l'ufficio del personale mi chiede di mettere giù obbligatoriamente un tot di giorni di ferie entro aprile e qui mi è venuto il dubbio.... ma se sono in malattia equiparata a ricovero...come faccio anche a fare le ferie!!!!! Insomma.... non ci capisco piu nulla, so solo che dal 6 aprile non sono più in mutua, ma sono a casa ma non so assolutamente se la cosa sia stta comunicata all'inps.
Qualcuno di voi si trova per caso in una situazione simile? Sapete darmi qualche indicazione riguardo questo certificato da produrre? va bene anche se fatto dal neurologo?
Grazie mille e buona Pasqua a tutti!!!

Dona ora