5 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
eros
nessun diritto per chi è in attesa diagnosi?

Ciao a tutti...
mi chiamo Eros, 37 anni, da uno e mezzo in attesa di diagnosi definitiva. Vorrei saper se qualcuno di voi può raccontarmi la sua esperienza in merito ad agevolazioni, esenzioni, permesso di parcheggio...
nonostante 2 prelievi liquor (evidentemente negativi), potenziali evocati, elettromiografia e svariate Rm, al momento la mia dignosi rimane solita "malattia demielinizzante; sospetta SM"... 90% di possibilità come sostiene la mia neurologa (mi piacerebbe sapere il restante 10 a cosa fa riferimento...)...
ma le mie domande non riguardano la diagnosi e i possibili tempi necessari a definirla (oramai mi sono rassegnato....) ma ad eventuali diritti di noi "sospetti"...
al momento la malattia si è accanita sulle mie gambe e mi porta costrizione agli arti, insensibilità sotto ai piedi e, non in modo costante, dolori e zoppia.
Come potrete immaginare, mi ritrovo a pagare ogni ticket e ogni farmaco non avendo nessuna esenzione per malattia (e per un padre separato con 2 figli è molto oneroso) e mi ritrovo a non poter usufruire di nessun tipo di agevolazione, neppure la possibilità di utilizzare parcheggi disabili (nonostante la deambulazione sia chiaramente compromessa) che mi permetterebbero, tra le altre cose, di accedere più facilmente alla scuola dei miei figli.
mi chiedevo se esista uan qualche soluzione burocratica... Non pretendo nessun genere di sostegno economico (per fortuna la mia azienda mi ha ricollocato e sono in grado di proseguire lavorando) ma esenzione sanitaria (mi sembra logico che una persona non si sottoponga a RM semestrali senza motivo....) e tagliando disabili mi farebbero molto comodo... spero di leggere delle vostre esperienze... un abbraccio a tutti... IO NON SCLERO! Eros

Dona ora