3 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Bandit77
Simone di Genova

Ciao a tutti, sono Simone 43 anni di Genova. Questa è la mia storia..
Durante questo lock down ho avuto diversi problemi di salute, partiti con una presunta labirintite, ovviamente il SSN era sospeso e ho dovuto prima aspettare e poi rivolgermi a clinica privata. Varie visite partendo da Orl e analisi del sangue; poi il neurologo che riscontra una disfunzione del cervelletto e inizia ad indagare ipotizzando un ischemia, dopo 4Rmn di cui 2 celebrali in istituti diagnostici diversi con medici diversi, arrivano i referti dove le parole "alterato segnale, alcune zone, analoghe, altre, anche" mi fanno capire che qualcosa non va.. ho pensato a diversi episodi TIA, mai avrei pensato a questa malattia.. poi leggo in fondo il referto la frase "lesioni compatibili con malattia demielinizzante progressiva".
Mancava l'ultima visita con il neurologo, quindi ho cercato di capire il referto con Google e usciva sempre come primo risultato la pagina AISM. Ancora non capivo.. Internet è pericoloso in queste situazioni, per cui non ho dato peso e ho aspettato la visita prevista l'indomani.

Il neurologo ha guardato tutti i referti, mi ha fatto ancora mille domande sulla mia vita, che lavoro faccio, se pratico sport.. poi inizia a parlare, ci gira intorno.. "ormai ci sono cure che quasi cancellano la malattia, una flebo mensile e basta, siamo all'inizio, sei giovane".. poi la nomina, Sclerosi multipla..
Si prende ancora un margine di errore e nonostante tutti i referti diano chiara indicazione, lui si mette in discussione e mi consiglia di fare con urgenza una visita in centro specialistico ospedaliero.
Solo li potranno dare la conferma, possono fare ancora un esame che io non posso fare in clinica, mi dice..
Io abbastanza impassibile saluto ed esco, salgo in macchina dove mi aspettano moglie e figlia..
E allora? Chiede mia moglie..
Non ho quasi parlato.. ho iniziato a piangere.

È vero, c'è un barlume timido di speranza ma l'atteggiamento di amici e parenti medici alla lettura dei referti mi fa capire che il barlume è più flebile di quanto si pensi..
Oltretutto, continuo a stare male, quindi anche se non fosse, resterebbe il dilemma di trovare la soluzione.
Al momento sono stanco, preoccupato e stufo.. ne ho sempre una.. sono già affetto da BCO, sono talassemico, ho problemi di pressione, reflusso gastrico e ho 11 ernie..
Prendo una decina di pillole al giorno... E ora non so cosa aspettarmi.. sono due mesi che non sto in piedi, non digerisco più niente, non deglutisco e mi affogo di continuo, attraverso due stanze oppure faccio l'amore con mia moglie e alla fine sembra di aver fatto la maratona di New York.. non riesco a guidare..
Sono veramente al limite.. quasi spero in una conferma almeno inizio una terapia per stare meglio..

Dona ora