Sezione provinciale

AISM bari

AISM Sito Nazionale AISM > Sezione Provinciale AISM Bari

Comunicati stampa

Torna alla Home Page

 

NUOVA GUIDA AGENZIA DELLE ENTRATE 

Vi segnalo questo link relativo alla nuova guida dell'Agenzia delle Entrate sulle agevolazioni per persone con disabilità .

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+comunica/Prodotti+editoriali/Guide+Fiscali/Agenzia+informa/pdf+

guide+agenzia+informa/Guida_Agevolazioni_persone_con_disabilit%C3%A0.pdf


NUOVI OBBLIGHI PER ASSUNZIONI DISABILI DAL 01/01/2017

A seguito delle riforme introdotte dal JobsAct, dal 01.01.2017 sono cambiate le regole riguardanti l'assunzione obbligatoria dei disabili per le aziende, in particolare, le imprese che contano dai 15 ai 35 dipendenti [ "i datori di lavoro privati (…), che effettuano una nuova assunzione, aggiuntiva rispetto al numero dei dipendenti in servizio, sono tenuti ad assumere un lavoratore disabile entro i 12 mesi successivi a partire dalla data in cui si effettua la predetta assunzione"]. La pena, in difetto, consiste in pesanti sanzioni. 
L'obbligo di assunzione di un disabile incluso nelle liste di collocamento obbligatorio scatta quindi automaticamente al raggiungimento dei 15 lavoratori dipendenti. 
Solo le aziende con meno di 14 dipendenti saranno esonerate dall'obbligo di assunzione, mentre quelle aventi da 15 a 35 dipendenti dovranno assumere almeno un lavoratore disabile, quelle da 36 a 50, almeno 2 lavoratori e le imprese con oltre 50 dipendenti dovranno occupare nell'organico almeno il 7% di lavoratori disabili. 
Tali obblighi di assunzione sono sospesi per le "imprese in difficoltà", le quali hanno fatto richiesto di CIGS per ristrutturazione, crisi aziendale, contratto di solidarietà. 


UNA NUOVA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE 

Chi è AISM ? E' l'cauni organizzazione in Italia che interviene a 360° sulla Sclerosi Multipla attravero la promozione l'indirizzo ed il finanziamento della ricerca scientifica. Ma questo non basta perchè vogliamo e dobbiamo far sapere a tutti cosa fa AISM, ed a tal proposito con l'ausilio di nuovi strumenti di comunicazione abbiamo deciso di iniziare proprio da qui: da un video e da un claim che riassume la nostra storia e che indica le linee guida per il nostro futuro nell'affermazione dei nostri diritti e nell'autodeterminazione di essere protagonisti nello scegliere il proprio percorso di vita. Per guardare il video cliccare sull'immagine seguente:

 

Nuovo Video Istituzionale

 

 

ATTIVITA' SOCIO-ASSISTENZIALI (Trasporto Attrezzato) 

La Sezione Provinciale AISM di Bari, onde poter garantire il superamento delle difficoltà quotidiane delle persone con Sclerosi Multipla, si è dotata di un mezzo attrezzato di trasporto di persone anche in carrozzina. Per poter accedere all'utilizzo del servizio di trasporto, garantito da operatori e volontari in SCN, si deve contattare la Sezione Provinciale di Bari. Il servizio di trasporto organizzato  vuole favorire il supporto all'autonomia individuale della persona nella gestione della quotidianeità .

 

 

 

CONVEGNO 'Coppie e SM'

Lo scorso week end Taranto è stata protagonista sul territorio regionale della realizzazione del primo evento “Coppie e SM”, promosso dal Coordinamento regionale AISM Puglia e dedicato alle persone che convivono con la SM e i loro partner.

Comunicato Stampa completo

Documento di approfondimento

 

"Cantieri di Cittadinanza" e "Lavoro Minimo"

Vi portiamo a conoscenza del seguente comunicato inviato dal Coordinamento Regionale:

"Pubblicati con Determinazioni n. 880 e 881 del Servizio Politiche per il Lavoro del 21 aprile 2015, i bandi "Cantieri di Cittadinanza" e "Lavoro Minimo".Obiettivo dei due bandi è quello di promuovere politiche integrate che, mettendo al centro il lavoro e la dignità delle persone, possano investire sulle risorse delle persone e dei rispettivi nuclei familiari, riconoscendo loro opportunità di accesso ai percorsi formativi e al mondo del lavoro per accrescere il pronostico di occupabilità dei soggetti svantaggiati.A partire dalle ore 14:00 del 04 maggio 2015, i cittadini potranno presentare la propria domanda attraverso le sezioni Cantieri di cittadinanza e Lavoro minimo attive nella pagina Cantieri di cittadinanza del portale Sistema Puglia."

Determinazioni Dirigenziali

Domanda di candidatura Cantieri di Cittadinanza

 

 

Progetti di Ambient Assisted Living (PR.A.A.L.) in favore di adulti ultrasessantacinquenni non autosufficienti

Nel 2013 era partito il Progetto “Qualify-Care Puglia”, tuttora in corso, allo scopo di favorire – per la prima volta nella Regione – la possibilità di autodeterminarsi, per una persona con grave disabilità, e di prendere autonomamente decisioni riguardanti la propria vita, quel percorso ora prosegue e si allarga con un bando rivolto a persone con disabilità ultrasessantacinquenni, che finanzia tecnologie domotiche per migliorare la qualità della vita domestica.

Il Progetto Qualify-Care, avviato grazie a un fondo congiunto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e della Regione, per il finanziamento e l’avvio sperimentale di progetti di Vita Indipendente.

Oggi quell’opportunità vive una sua prosecuzione, allargandosi ulteriormente, grazie al recente Bando PR.A.A.L. (Progetti di Ambient Assisted Living), rivolto a persone di età superiore ai 65 anni, non autosufficienti, con certificazione ai sensi dell’articolo 3, comma 3 della Legge 104/92.

Che cos’è esattamente il PR.A.A.L.?

«È un bando della Regione Puglia che finanzia progetti di Vita Indipendente nell’àmbito della strategia regionale per il cosiddetto Ambient Assisted Living, ovvero per l’autonomia possibile e la qualità di vita delle persone anziane non autosufficienti nell’ambiente domestico. In tale quadro, va ricordato, la Regione Puglia è un sito pilota del progetto europeo Make it ReAAL.

Si tratta di un’iniziativa che rappresenta di fatto una prosecuzione – e un allargamento – del più imponente Progetto Qualify-Care Puglia, avviato nel 2013 e in corso di svolgimento, che sta consentendo l’attivazione e il monitoraggio di ben 280 progetti di Vita Indipendente per le persone con disabilità, dalla durata minima di almeno 24 mesi».

In termini concreti, cosa offre il Bando PR.A.A.L.?

«Un finanziamento fino a un massimo di 6.000 euro per ciascun progetto volto all’acquisto di tecnologie domotiche che migliorino la qualità della vita domestica. Le aree di interesse sono le seguenti: Easy and Safe Home Control (sistemi per la gestione semplice e sicura di applicazioni domestiche. A puro titolo esemplificativo: controllo di luci e porte o di eventuali fughe d’acqua e gas ecc.); Daily Activity Monitoring (sistemi per il monitoraggio e il controllo delle attività quotidiane)».

Chi può partecipare?

«Persone di età superiore ai 65 anni, non autosufficienti, con certificazione ai sensi dell’articolo 3, comma 3 della Legge 104/92. I richiedenti il contributo economico devono dimostrare di essere adeguatamente assistiti presso il proprio domicilio e avere un contesto familiare e abitativo favorevole ad accogliere l’implementazione delle nuove tecnologie, per sperimentarle e per valutarne attivamente l’efficacia.

Tutti gli ammessi a finanziamento saranno protagonisti attivi dell’intera fase di sperimentazione, con un coinvolgimento diretto nel testare le attrezzature negli specifici contesti e nella valutazione di qualità e di soddisfazione come diretti fruitori.

In totale verranno selezionati un massimo di cento potenziali fruitori, aventi le caratteristiche sopra indicate».

Come si può accedere all’agevolazione?

«Bisogna compilare la manifestazione d’interesse scaricabile dal portale dedicato, previa registrazione al portale stesso. C’è un link diretto alle pagine web di interesse e inoltre, per assistenza, è possibile anche contattare il Centro per la Domotica Sociale più vicino al rispettivo luogo di residenza».

Questi sono i Centri per la Domotica Sociale della Puglia, cui fa riferimento Anna Maria Candela nella presente nota:

° Centro per l’Autonomia E-lsa ONLUS di Bari

° Centro CATA (Centro per le Autonomie e le Tecnologie) di Bitonto (Bari)

° Centro Domos di Conversano (Bari);

° CERCAT (Centro Regionale di Esposizione, Ricerca e Consulenza sugli Ausili Tecnici) di Cerignola (Foggia);

° La Nostra Famiglia di Ostuni (Brindisi)

Qui di seguito il testo completo dell'Avviso Pubblico:

Determinazione del Dirigente Servizio Programmazione Sociale e Integrazione Sociosanitaria n. 461 del 2014

Seguici sui social

  • Facebook
  • Twitter
  • Canale Youtube
  • Instagram