-A +A
AISM

I nostri servizi

 INFORMAZIONI:

Marzo 2020

L’Italia sta vivendo un momento di grande preoccupazione per la diffusione del Coronavirus. Le persone con sclerosi multipla, che assistono come tutti a questa emergenza, ci chiedono informazioni riguardo ai rischi e alle precauzioni che è meglio adottare. Vi rinviamo al sito AISM Nazionale invitandovi a cliccare sul seguente link:

https://www.aism.it/coronavirus_sclerosi_multipla_cosa_precauzioni_adottare_proteggersi

 

 

"Le persone con sclerosi multipla devono seguire naturalmente le raccomandazioni che sono state fatte a tutti, che sono molto importanti e devono essere seguite in maniera scrupolosa. Quindi è molto importante lavarsi le mani frequentemente, usando i detergenti approvati, poi evitare luoghi affollati, mantenere le distanze indicate, evitare i contatti con le persone. Riguardo al problema dell’utilizzo della mascherina, quest’ultima è utile dove c’è affollamento, come nei trasporti".

Prof. Gianluigi Mancardi, Presidente del Comitato Scientifico AISM

CLICCA QUI:

https://www.aism.it/coronavirus_e_sclerosi_multipla_raccomandazioni_generali

 

"Con le terapie di prima linea, in particolare gli interferoni e il copolimero 1, non ci sono precauzioni particolari da seguire. Per quanto riguarda invece le terapie che incidono sull’assetto immunologico del paziente, che quindi comportano una diminuzione dei linfociti, è necessaria una precauzione aggiuntiva. Non sussistono motivi profondi per modificare le cure in corso o smettere i trattamenti: bisogna tenere presente che la sclerosi multipla continua a sussistere e che non assumere le terapie potrebbe esporre al rischio di nuovi attacchi di malattia. Ogni caso va valutato singolarmente dal neurologo, perché non tutti i pazienti fanno la stessa terapia, ogni terapia è diversa dalle altre. Alcune terapie incidono sulla immunosoppressione e altre no.Deve essere valutato ogni singolo caso dal proprio neurologo e deve essere quindi personalizzata la risposta."

Prof. Gianluigi Mancardi, Presidente Comitato Scientifico AISM

CLICCA QUI:

https://www.aism.it/coronavirus_e_sclerosi_multipla_come_comportarsi_con_le_terapie

 

 

Il livello di immunosoppressione nelle persone con sclerosi multipla può dipende anche dai farmaci che assumono. Non tutti i farmaci sono immunosoppressori nella SM. I beta-interferoni non lo sono affatto, il copolimero non lo è affatto. Per quanto riguarda i farmaci di seconda linea, invece, in linea di massima quasi tutti lo sono. Caso a parte è il Natalizumab che non lo è. È necessario parlare con il proprio medico curante o con il proprio neurologo. I pazienti che fanno terapie di seconda linea per la sclerosi multipla – ma anche alcune di prima linea – controllano periodicamente gli esami del sangue, l’emocromo, i globuli bianchi e, in particolare, i linfociti. Molti di questi (farmaci) comportano linfopenia. A seconda del grado di linfopenia – ovvero di diminuzione dei linfociti – un paziente può essere più o meno immunosoppresso. Consigliamo di prendere visione del documento prodotto dal Gruppo di Studio Sclerosi Multipla della Società Italiana di Neurologia (SIN) a riguardo." Prof. Gianluigi Mancardi, Presidente Comitato Scientifico AISM

CLICCA QUI:

https://www.aism.it/coronavirus_sclerosi_multipla_e_immunodepressione

 

_________________________________________

 

I SERVIZI OFFERTI DALLA SEZIONE AISM DI FIRENZE

ANNO 2019/2020

Attività di Benessere

Shiatsu

Percorso di ginnastica adattata (Attività Fisica Adattata - AFA)

Yoga 

 

Attività socio-assistenziale

Trasporto e assistenza domiciliare

 Supporto psicologico di gruppo

SPORTELLO

 

Attività con i centri clinici

Infopoint