Sezione provinciale

AISM genova

AISM Sito Nazionale AISM > Sezione Provinciale AISM Genova

Attività socio-assistenziali

 

 

 

Supporto all’autonomia della persona

 

Domiciliare

Si intende la forma di aiuto finalizzata al supporto del disabile e del suo nucleo familiare nelle attività della vita quotidiana.

Consiste in interventi volti a garantire in generale l’accudimento della persona, la sua igiene personale, la vestizione / svestizione, la preparazione (o aiuto alla preparazione) dei pasti e il riassetto della casa.

 

Extradomiciliare

Si intende lo svolgimento all’esterno di commissioni per conto o con la persona (es. fare la spesa per conto della persona o insieme a lei, andare dal medico per far compilare una ricetta...), e l’accompagnamento a visite mediche ambulatoriali. Si tratta di tutte le attività di supporto all’autonomia della persona escluso il servizio di ritiro farmaci che viene registrato come autonomo.

 

Supporto al ricovero ospedaliero

Si intende l’assistenza prestata in occasione di ricoveri ospedalieri dell’utente, con contenuti di attività corrispondenti all’assistenza sociale domiciliare.

 

Trasporto

Si intende il servizio con mezzi in proprietà o a disposizione dell’ AISM specificatamente

utilizzati per il trasporto di persone con SM, in carrozzina e non, anche quando prestati da soggetti esterni all’AISM (es. cooperative), ma dietro incarico e programmazione dell’Associazione.

 

Ritiro di farmaci (in particolare presso i Centri territoriali per la diagnosi e cura della sclerosi multipla) e consegna a domicilio

L’attività consiste nel:

- ritirare presso le strutture del SSN a ciò preposte i farmaci per la cura ed il trattamento della sclerosi     multipla (dispensati dietro idonea prescrizione medica)

- consegnare alle persone con SM del territorio il farmaco loro destinato, alleviando in tal modo il carico     assistenziale delle famiglie.

 

Consulenza sociale

Si intende il servizio che risponde all’esigenza degli utenti di avere informazioni complete ed aggiornate in merito ai propri diritti, alle modalità di accesso ai servizi forniti dalla sezione, alle risorse sociali e sanitarie disponibili nel territorio, che possono risultare utili per affrontare esigenze personali e familiari nelle diverse fasi della vita. Tale prestazione può essere erogata anche telefonicamente. Non implica la presa in carico del caso (ossia la gestione della pratica da parte della Sezione). Per la Sezione di Genova, il servizio viene attualmente svolto attraverso l'Assistente sociale del Servizio di riabilitazione AISM Liguria.

 

Disbrigo delle pratiche

Comprende la fase successiva alla consulenza cioè il supporto alla persona disabile ed ai suoi familiari durante l’iter burocratico necessario per accedere alle risorse del territorio. Presuppone la presa in carico del caso.

Ricordiamo che per la dichiarazione dei redditi, è proseguita la collaborazione con Enasco- 50&Più: è stato ancora possibile infatti compilare le dichiarazione presso gli uffici della Sezione previo appuntamento, alla presenza di un loro operatore con tariffa agevolata; era altresì possibile, recarsi presso le sedi degli uffici Enasco-50&Più alle medesime modalità. Inoltre, in considerazione delle nuove normative sulle procedure di invio telematico per le domande di invalidità all’INPS, è ora possibile inoltrare le suddette domande attraverso l’operatrice Enasco presso la nostra sezione.

 

Segretariato sociale

Rappresenta il primo momento di contatto tra la persona e la Sezione AISM, e viene attualmente svolto dall'Assistente sociale del Servizio di riabilitazione AISM Liguria.

Permette alla sezione di accogliere e ascoltare la persona, di informarla sui servizi e le risorse esistenti, di aiutarla ad utilizzare concretamente l’informazione (indirizzandola, accompagnandola o interessando i servizi territoriali competenti in relazione alle singole richieste), filtrare le richieste improprie verso altri enti/servizi e, attraverso la raccolta di dati, fungere da osservatorio delle risorse e dei problemi sociali del territorio. Il colloquio può concludersi con:

- un’informazione esaustiva;

- il rinvio ad altri servizi;

- il rinvio ad altro appuntamento per l’approfondimento di alcune questioni;

- richiesta impropria (se dal colloquio emerge che la persona si è rivolta al servizio sbagliato in relazione al tipo di esigenza).

 

Attività culturali

Si intendono le attività di orientamento culturale mirate al mantenimento e sviluppo di conoscenze individuali, all’apprendimento di informazioni mirate che abbiano incidenza sulla vita dell’individuo (anche con riferimento al mondo della SM); tali attività possono anche consistere in o prevedere momenti mirati (es.: organizzazione di corsi di computer e di lingue, attività formative).
Pertanto, a titolo esemplificativo, un’attività di pittura è da considerarsi culturale quando la finalità non sia quella di ricreare i partecipanti, ma, attraverso un percorso mirato, eventualmente con il coinvolgimento di figure professionali specifiche, ad un mantenimento o sviluppo delle conoscenze individuali.

 

Attività ricreative e di socializzazione

Si intendono le attività mirate a creare occasioni di socializzazione e di integrazione dell’individuo nella comunità, attraverso momenti di aggregazione e di incontro, vacanze, tempo libero.

Seguici sui social

  • Facebook
  • Twitter
  • Canale Youtube
  • Instagram