Attività socio-assistenziali

Centro Diurno  (C.D. - Centro Diurno Socio-Assistenziale )

La Struttura AISM di Padova, di cui fa parte il Centro Socio-Sanitario, è stata avviata alla fine degli anni novanta con un investimento di circa due milioni di Euro per il recupero e la riabilitazione di persone con sclerosi multipla e patologie similari in età adulta.
Il Centro è accreditato con la Regione Veneto ed opera in convenzione con le USL 16 e 15. Tali convenzioni permettono una gestione comune, con un approccio condiviso ed integrato tra i vari attori del sistema dei servizi territoriali sulla base dei bisogni della persona che viene così collocata del suo progetto di assistenza.
Il C.D. ha definito nel novembre 2007 la CARTA DEI SERVIZI secondo le direttive dell’AISM nazionale e della legislazione nazionale e regionale.
Il Centro assicura specifici servizi di assistenza socio-sanitaria diurna, con un totale di 24 utenti convenzionati, assistiti a rotazione con un massimo di 17 utenti al giorno.

La mission del Centro

La missione del C.D. è quella di mantenere, promuovere e potenziare le capacità individuali e di operare per l’inclusione rispetto al contesto sociale.

I servizi

Il Servizio prevede un’apertura minima di 228 giorni all’anno, per 5 giorni alla settimana ( dal lun. al ven. dalle 8,30 – 16,00).
Il servizio diurno offre assistenza  nelle attività quotidiane, occasioni di vita comunitaria, stimoli e possibilità di attività occupazionali e ricreativo-culturali nonchè attività abilitative.
Il servizio si propone i seguenti obiettivi:
• favorire il benessere psicofisico degli utenti, attraverso progetti che tengano conto delle diversità individuali;
• sviluppare e sostenere l’autonomia personale e sociale.
I servizi offerti sono:
• accompagnamento e trasporto tramite 4 automezzi attrezzati per disabili;
• attività di laboratorio (tecnico-manuali, cognitive e relazionali);
• uscite sul territorio;
• assistenza ai pranzi;
• assistenza e supporto all’autonomia.

Costi

Essendo il C.D. convenzionato con le USL ha un servizio completamente a carico del Sistema Sanitario Regionale e quindi è totalmente gratuito per l‘utente.

Ruoli professionali
•  3 Operatori socio-sanitario (o.s.s.): addetti a mansioni assistenziali.

•  2 Educatori professionali: curano la socializzazione e stimolano la motivazione dell’ospite attraverso l’attività di gruppo, programmi individuali e rapporti con il territorio.
•  1 Arte-Terapista.
•  1 Coordinatore: addetto a funzioni di coordinamento dell’attività del servizio, dei progetti e delle collaborazioni con i servizi e le risorse del territorio.
•  10 Volontari: contribuiscono  ciascuno con mansioni adeguate alle proprie competenze.

Inserimento nel centro
La domanda viene presentata dal cittadino-utente all’Assistente Sociale dell’USL di riferimento.
L’inserimento degli utenti nel Centro avviene di concerto fra il coordinatore del Ceod e la direzione dei servizi sociali dell’USL 16 e 15.

Per informazioni
•  Segreteria telef.049/8974135
•  Dott.ssa Lara Fornaro – Coordinatrice del Centro: centrodiurno.padova@aism.it

 

Affiancamento domiciliare

Il progetto ha lo scopo di promuovere la soluzione di problematiche sociali attraverso una riappropriazione del tempo libero da parte di persone con SM. Molto spesso sono situazioni che presentano carenze in alcuni ambiti che possono migliorare la qualità della vita delle persone interessate.
Operatori professionali e volontari offrono supporto a disponibilità di tempo e di competenze per formulare un progetto teso a dare contenuto al tempo libero, che molto spesso è un tempo vuoto. Tale obiettivo si ottiene mettendo a disposizione dell'utente una persone che, con cadenza settimanale per un ciclo di due mesi, lo accompagna a svolgere quelle attività giornaliere divenute inaccessibili a causa della malattia, quali le uscite sul territorio, gli acquisti, momenti culturali e ludici, e commissioni di utilità. Chi desiderasse essere inserito nel progetto, sia come fruitore che come volontario, può rivolgersi alla segreteria di Sezione.

Responsabile: Anna Borin

 

Telefono amico AISM

L'attività ha lo scopo di creare una rete di solidarietà intorno alle persone con SM della provincia di Padova, che verranno contattate periodicamente da un operatore volontario. E' importante sottolineare come questa attività possa contribuire a rompere la solitudine e l'isolamento in cui molte persone si trovano a vivere e possa inoltre far arrivare a chi ha difficoltà di spostamento, informazioni sulle varie attività proposte dalla Sezione e sulle modalità di partecipazione. Chi desiderasse essere inserito nel progetto, sia come fruitore che come volontario, può rivolgersi alla segreteria di Sezione.

Responsabile: Anna Borin

 

Sportello Sociale

Presso la Sezione provinciale AISM di Villaguattera è a dispozione delle persone con SM uno sportello Sociale. Un assistente sociale, previo appuntamento telefonico, incontrerà la persona che si trova ad avere problemi di carattere burocratico, lavorativo, previdenziale, offrendo il supporto necessario per una corretta gestione del problema stesso. La persona interessata può rivolgersi alla segreteria di Sezione per fissare un appuntamento.

Responsabile:  Davide Schiavon

Dona ora