Sezione provinciale

AISM pavia

AISM Sito Nazionale AISM > Sezione Provinciale AISM Pavia

Aggiornamenti per la registrazione delle persone fragili

A partire dal 9 aprile i pazienti in condizioni di estrema vulnerabilità non in carico ad una struttura ospedaliera potranno prenotare la vaccinazione anti-covid19 sulla piattaforma online dedicata (https://prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/).

 

Per sapere se si rientra tra le categorie prioritarie è consigliabile rivolgersi al proprio medico di medicina generale.

 

Le persone non in grado di spostarsi autonomamente, a causa di certificati impedimenti allo spostamento e quindi impossibilitati a recarsi presso i centri vaccinali territoriali possono prenotare la vaccinazione direttamente sulla piattaforma online dedicata, indicando la necessità di essere vaccinati al proprio domicilio.

 

I caregiver e i familiari conviventi delle persone con grave disabilità che accompagneranno all’appuntamento il soggetto da vaccinare, potranno essere vaccinati contestualmente, senza prenotazione, previa presentazione, al momento dell'accoglienza al Centro, di apposita autocertificazione (SCARICA IL MODULO o visita il sito).

 

Lo stesso potranno fare i conviventi dei pazienti estremamente vulnerabili (limitatamente alle situazioni per le quali le Raccomandazioni Ministeriali prevedono la vaccinazione anche per loro – vedi tabella 1 delle Raccomandazioni).

________________________________________________________________________________________________________________

Piano vaccini anti Covid-19: la sclerosi multipla nella categoria prioritaria della fase 2

Il Ministero della Salute ha aggiornato le priorità e le fasi della campagna vaccinale. Le persone con SM sono tra quelle definite “estremamente vulnerabili”, che quindi dovrebbero essere tra le prime ad essere vaccinate una volta terminata la fase 1 nei prossimi giorni.

 

Nel documento appena reso pubblico ci sono novità riguardanti le persone con sclerosi multipla.

Il nuovo piano, infatti, le inserisce nella categoria con massima priorità nella fase 2 del piano, categoria 1,  in quanto “persone estremamente vulnerabili”.

 

Categoria 1

Le persone estremamente vulnerabili, intese come affette da condizioni che per danno d’organo pre-esistente e, o che in ragione di una compromissione della risposta immunitaria a SARS-COV-2 hanno un rischio particolarmente elevate di sviluppare forme gravi o letali di Covid-19, a partire dai 16 anni di età

 

Categoria 2

Le persone di età compresa tra 75 e 79 anni

 

Categoria 3

Le persone di età compresa tra 70 e 74 anni

 

Categoria 4

Le persone con aumentato rischio clinico se infettate da SARS-COV-2 a partire dai 16 anni di età fino ai 69 anni di età

 

Categoria 5

Le persone di età compresa tra i 55 anni e i 69 anni senza condizioni che aumentano il rischio clinico

 

Categoria 6

Le persone di età compresa tra i 18 anni e i 54 anni senza condizioni che aumentano il rischio clinico

 

Per tutti i dettagli guarda le “Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19” sul sito del Ministero della Salute

 

Tempi

L’auspicio, visti anche i ritardi già accumulati dal piano iniziale, è che la filiera del piano si avvii senza ulteriori ritardi e che le Regioni si adeguino fornendo tempestivamente i vaccini. Esistono esempi virtuosi, alcune Regioni hanno infatti già recepito nei propri piani le indicazioni nazionali del Ministero.

 

Quali vaccini
Il documento definisce anche quali vaccini sono ritenuti più opportuni per ogni categoria. In particolare i vaccini ad oggi autorizzati sono 3, prodotti dalle aziende Pfizer Biontech, Moderna e AstraZeneca. Vista la robustezza dei dati di efficacia disponibili e le età partecipanti alle sperimentazioni fatte per l’introduzione dei vaccini, si legge nel documento, “si ritiene opportuno offrire i vaccini a RNA (Pfizer e Moderna) alle categorie 1, 2, 3, 4, 5, comprendendo quindi anche la categoria delle persone con SM , e infine riservando il vaccino di AstraZeneca alla categoria 6. AIFA potrebbe in base a nuove evidenza aggiornare questo parere.

 

È stata creata una pagina sul sito di AISM Nazionale, che riporterà informazioni aggiornate, per raggiungerla basta cliccare QUI

 

________________________________________________________________________________________________________________

Raccomandazioni aggiornate sul COVID-19 per le persone con Sclerosi Multipla

Le persone con SM sono soggetti “fragili”. Pertanto i loro comportamenti e quelli dei loro famigliari devono tener conto di questa condizione ed essere improntati ad una estrema attenzione/protezione dal rischio infettivo.

 

Pertanto è stato messo a disposizione una pagina web in continuo aggiornamento in base a ricerche scientifiche in corso.

Potete cliccare questo indirizzo: 

https://aism.it/raccomandazioni_aggiornate_sul_covid_19_le_persone_con_sclerosi_multipla_sm

 

Servizio di consegna a domicilio di Aubagio

Il Servizio risulta disponibile sino alla fine dell’emergenza, in tutto il Paese per i pazienti già in trattamento.

La Sanofi (casa del farmaco) ne ha informato gli specialisti, che potranno avvisare i pazienti in trattamento e fornirgli anche già una card con spiegato come accedere al servizio.

 

La persona poi potrà iscriversi e richiedere il servizio gratuitamente, fornire le informazioni necessarie e organizzare il ritiro e la consegna e dare il consenso in due modi:

  • ·        Iscrivendosi al portale www.sanofi4you.it
  • ·        Telefonando al numero 800 82 25 26 da lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 18:00

Ad occuparsi dell’organizzazione, del ritiro, trasporto e consegna del farmaco direttamente al domicilio del paziente, saranno provider esperti, specializzati nella gestione di prodotti ospedalieri.

 

Sospensione visite invalidità e handicap

Rileviamo che restano sospese le visite di handicap, invalidità civile e legge 68/99.

Nei casi di persone con problemi oncologici e di valutazione a distanza sulla base dei documenti, potrebbe esserci qualche ritardo nella suddetta valutazione anche in relazione alle zone dove le prime visite sono rimaste in capo alla ASL (rispetto alle Regioni dove invece anche le prime visite sono passate a INPS).

In questi casi vanno verificati direttamente con la ASL di zona le modalità e i tempi di valutazione (es. se persone con doppia diagnosi SM/oncologica). Si veda aggiornamento de 8/4/2020 a questo link dell'INPS.

Ulteriore estensione delle proroga dei piani terapeutici a questo link.

 

Servizi INPS

In generale, per gestire l’informatizzazione delle varie domande, i servizi telematici saranno accessibili con i seguenti orari:

Disponibili dalle ore 08:00 alle ore 16:00 solo per Patronati e Intermediari abilitati
Disponibili dalle ore 16:00 alle ore 08:00 e il sabato e domenica per i cittadini

 

Bonus 600 euro

Attualmente INPS comunica che il bonus è in pagamento per quanti hanno già fatto domanda:

un sms o una email dell’INPS comunicherà agli interessati l’accredito della somma sul conto corrente bancario o l’ufficio postale indicati all’atto della domanda.

AISM con FISH hanno presentato, fra gli altri emendamenti al “Decreto cura Italia” , anche proposte di correzione per il bonus, che ad oggi esclude chi ha un assegno ordinario d’invalidità (inabilità lavorativa previdenziale): a questo link potrete trovare ulteriori informazioni.

 

Infine potrete trovare diverse informazioni generali sulle agevolazioni economiche e fiscali per le famiglie e le imprese previste per l’emergenza a questo link.

Seguici sui social

  • Facebook
  • Twitter
  • Canale Youtube
  • Instagram