Home >> Vivere con la SM >> Benessere

Affrontare lo stress

stress

 

Non è facile dare una definizione oggettiva del termine "stress", che abbraccia un’ampia varietà di stati fisici e psicologici. Molti eventi possono portare a essere stressati, alcuni banali, altri decisamente più rilevanti: un cambio di lavoro, un trasloco, un eccessivo carico di impegni e scadenze ma anche situazioni piacevoli come l’organizzazione di un matrimonio.

 

Lo stress viene spesso definito come qualcosa che porta ansia e tensione creando un impatto negativo nel benessere generale della persona; una reazione difensiva dell’organismo di fronte a degli stimoli percepiti come ostili o pericolosi che possono variare da persona a persona risultare molto soggettivi.  I fattori più comuni che indicano uno stato di stress sono ritmo cardiaco e respirazione accelerati così come il metabolismo. Il fisico viene sottoposto a stimoli eccessivi che, se protratti nel tempo, possono provocare effetti nocivi per la salute quali insonnia, disturbi cardiovascolari, depressione, ansia.

 

Spesso lo stress viene associato alla sclerosi multipla sia come possibile causa di esordio della malattia sia come conseguenza del manifestarsi della SM. Nonostante siano stati svolti numerosi studi sul possibile ruolo giocato dallo stress tra le cause della SM, ad oggi non ci sono prove inconfutabili a sostegno di questa teoria. Risulta invece più chiaro come la SM stessa possa portare con se la sua dose di stress e preoccupazioni. L’imprevedibilità, la varietà dei sintomi, i cambiamenti nelle abitudine e negli stili di vita, oltre alla cronicità e all’impatto delle terapie sono tutti fattori che possono provocare stress nelle persone con SM ed essere per loro costanti sfide da affrontare.

 

Esistono diverse strategie per gestire le reazioni legate allo stress, come la respirazione profonda, lo yoga, tecniche di rilassamento e meditazione, i gruppi di auto aiuto o semplicemente dedicando un po’ di tempo ad un’attività che piace. Rimane comunque importante imparare a riconoscerlo per poterlo poi affrontare nel modo più idoneo.



Approfondimenti

Torna su
  • Facebook
  • Twitter
  • Flickr
  • Medium
  • Pinterest
  • Canale Youtube
  • Instagram
  • forum
Questo sito utilizza i cookie (propri e di altre parti) per migliorare la tua navigazione.
Proseguendo autorizzi l’uso dei cookie.
Leggi l'informativa
accetto