Home >> Vivere con la SM >> Lavoro

Previdenza e pensioni

 

La normativa vigente prevede misure previdenziali a favore dei lavoratori dipendenti, autonomi o parasubordinati che, oltre al requisito assicurativo/contributivo, abbiano una riduzione più o meno totale della capacità di svolgere le mansioni assegnate o qualsiasi tipo di attività lavorativa.

L’assegno ordinario di invalidità e le pensioni di inabilità per gli iscritti INPS o per i lavoratori della Pubblica Amministrazione, sono trattamenti pensionistici diversi da quelli di invalidità civile (che sono assistenziali), di invalidità sul lavoro, o per cause di servizio. La verifica dell’esistenza dei requisiti necessari per ottenere le provvidenze di tipo previdenziale va fatta presentando specifica domanda al proprio ente previdenziale o Cassa. 

I lavoratori che abbiano riconosciuta un'invalidità superiore al 74 per cento possono richiedere - per ogni anno di lavoro effettivamente svolto - il beneficio di due mesi di contribuzione figurativa, fino ad un massimo di cinque anni. Tale periodo (definito di prepensionamento) è utile ai fini del diritto alla pensione e dell'anzianità contributiva.



  • Facebook
  • Twitter
  • Flickr
  • Medium
  • Pinterest
  • Canale Youtube
  • Instagram
  • forum
Questo sito utilizza i cookie (propri e di altre parti) per migliorare la tua navigazione.
Proseguendo autorizzi l’uso dei cookie.
Leggi l'informativa
accetto