Attività di benessere

 

La Sezione AISM di Trieste organizza dal 2010 lezioni individuali e collettive di attività complementari, rigorosamente condotte da docenti specificatamente formati sulle problematiche della SM, con l’intento di dare alle persone affette da questa malattia la possibilità di avvicinarsi alle pratiche complementari alla riabilitazione per poter migliorare il proprio stato di benessere psicofisico.Le attività proposte - Metodo Feldenkrais, Yoga,  Musicoterapia, Pilates  e Tai Chi- non presentano controindicazioni, ma, al contrario, possono rivelarsi un aiuto prezioso per le persone affette da SM, sempre che venga valutata attentamente la professionalità di chi le propone. I corsi, avviati in via sperimentale nel 2010, oggi rappresentano un’attività importante e molto apprezzata per i benefici conseguiti, per la professionalità degli istruttori, l’organizzazione dei corsi e il servizio di trasporto da casa alla palestra.La Sezione AISM di Trieste organizza dal 2010 lezioni individuali e collettive di attività complementari, rigorosamente condotte da docenti specificatamente formati sulle problematiche della SM, con l’intento di dare alle persone affette da questa malattia la possibilità di avvicinarsi alle pratiche complementari alla riabilitazione per poter migliorare il proprio stato di benessere psicofisico.Le attività proposte - Metodo Feldenkrais, Yoga,  Musicoterapia, Pilates  e Tai Chi- non presentano controindicazioni, ma, al contrario, possono rivelarsi un aiuto prezioso per le persone affette da SM, sempre che venga valutata attentamente la professionalità di chi le propone. I corsi, avviati in via sperimentale nel 2010, oggi rappresentano un’attività importante e molto apprezzata per i benefici conseguiti, per la professionalità degli istruttori, l’organizzazione dei corsi e il servizio di trasporto da casa alla palestra.

La Sezione AISM di Trieste organizza dal 2010 lezioni individuali e collettive di attività complementari, rigorosamente condotte da docenti specificatamente formati sulle problematiche della SM, con l’intento di dare alle persone affette da questa malattia la possibilità di avvicinarsi alle pratiche complementari alla riabilitazione per poter migliorare il proprio stato di benessere psicofisico.Le attività proposte - Metodo Feldenkrais, Yoga,  Musicoterapia, Pilates  e Tai Chi- non presentano controindicazioni, ma, al contrario, possono rivelarsi un aiuto prezioso per le persone affette da SM, sempre che venga valutata attentamente la professionalità di chi le propone. I corsi, avviati in via sperimentale nel 2010, oggi rappresentano un’attività importante e molto apprezzata per i benefici conseguiti, per la professionalità degli istruttori, l’organizzazione dei corsi e il servizio di trasporto da casa alla palestra.

______________________________________________________________

TAI CHI dal 12 marzo ogni lunedì dalle 15.30 alle 16.30 con Marco Guerrini e Marco Fiorentali 

ll Tai Chi è un'arte marziale cinese che combina tecniche di respirazione e di rilassamento profondo con movimenti lenti e aggraziati. È in gran parte basato sulla tecnica e non richiede una grande forza per la sua applicazione, inoltre può essere effettuato singolarmente o in gruppi. Ci sono diverse forme di Tai Chi, ognuna caratterizzata da movimenti e stili diversi. Uno studio tedesco ha analizzato i benefici apportati dalla pratica del Tai chi in persone con SM. È stato utilizzato lo stile Yang, la forma più popolare di quest’arte e ampiamente praticata in Germania, caratterizzata da una serie di movimenti che possono essere appresi un po’ alla volta e poi combinati insieme per creare sequenze più lunghe.

Nel passato alcuni gli effetti fisici e psicologici del Tai Chi sono stati esaminati in maniera abbastanza ampia in gruppi di persone anziane o gruppi di patologie croniche, sottolineando benefici su questi gruppi di persone.Nella SM la pratica del Tai Chi ha portato effetti positivi sull’equilibrio, sulla riduzione dello stress e dell’ansia.

______________________________________________________________

Musicoterapia dal 13 marzo ogni martedì dalle 15.45 alle 16.45 con Antonella Grusovin 

La Musicoterapia è l’uso della musica e degli elementi musicali (suono, ritmo, melodia e armonia) da parte di un musicoterapeuta qualificato. Con la Musicoterapia è possibile sentire dove e come il suono nasca dentro di noi, per poi esplorarlo, ascoltarlo, conoscerlo, esprimerlo, comunicarlo e “giocarlo”. Durante il percorso musicoterapico, suono, voce e canto permettono di acquisire una conoscenza delle proprie capacità espressive e comunicative, con l’obiettivo di integrare la dimensione emozionale, affettiva, corporea e musicale, apportando un benessere psico-fisico.

______________________________________________________________

Yoga tre seminari di due ore ciascuno nelle seguenti date: mercoledì 21/3, 18/4 e 16/5 dalle ore 15.30 alle ore 17.30 con Raffaella Bellen

Lo yoga è un’antica pratica sviluppatasi in India. Si tratta di un insieme di esercizi fisici, respiratori e mentali che mira a riequilibrare le energie della sfera fisica ed emotiva. Rappresenta un’opportunità per riacquistare un senso di autocontrollo e miglioramento energetico che può aiutare a fornire sollievo. Con la pratica dello yoga si tende al raggiungimento dell’equilibrio psicofisico. Dal punto di vista fisico armonizza i movimenti, rende il corpo più elastico, favorisce la flessibilità e migliora l’equilibrio.

______________________________________________________________

Pilates dal 15 marzo ogni giovedì dalle 15.30 alle 16.30 con Silvia Malossi

Il metodo Pilates è una ginnastica posturale il cui obiettivo principale è la muscolatura profonda della colonna cervico-dorso-lombare.

Un controllo adeguato dell’attività della muscolatura tonica del rachide è una premessa fondamentale per il supporto dell’azione muscolare degli arti e, dunque, del movimento del corpo nello spazio. La finalità è quindi il miglioramento della propriocezione, del tono muscolare, della postura e dell'elasticità corporea, maggior consapevolezza del proprio corpo. Con il metodo Pilates il paziente è aiutato nella ricerca della posizione migliore per l'esecuzione di un movimento, ovvero del comportamento che diminuisca al massimo il lavoro muscolare compensatorio non voluto, non necessario e spesso causa di sintomatologia dolorosa da ipertono e affaticamento. 

______________________________________________________________

 

Feldenkrais due seminari: il primo seminario è sabato 7 aprile  dalle ore 15.30 alle 17.30 e domenica 8 aprile dalle 10.00 alle 12.00. Il secondo seminario è venerdì 13 e sabato 14 aprile dalle ore 15.30 alle 17.30 e domenica 15 aprile dalle ore 10.00 alle 12.00 con Laura Cavalli 

Il metodo Feldenkrais o "presa di coscienza per mezzo del movimento è un sistema innovativo che utilizza il movimento per migliorare la qualità di vita. Il metodo prende nome dal suo ideatore, Moshe Feldenkrais, un ebreo russo nato nei primi del Novecento. Lo scopo del metodo è superare gli schemi abituali e le rigidità per scoprire nuovi modi di muoversi nello spazio.  Il metodo si rivolge a tutti coloro che desiderano aumentare le proprie potenzialità anche nei limiti imposti dalla disabilità. il metodo può aiutare a gstire lo stress e l'insonnia, migliorare l'equilibrio e perfezionare la sensibilità ai movimenti nello spazio.

 

Alle persone con SM è consigliata una valutazione fisiatrica che attesti l'idoneità a poter svolgere tali attività.

L’iscrizione è obbligatoria. 
Per informazioni e iscrizioni 
Sezione AISM Trieste - via Modiano 5 - 34149 Trieste

email: aismtrieste@aism.it 

Tel. 040 948001 da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13 e i seguenti pomeriggi: lunedì e mercoledì dalle 14 alle 16

 

ATTIVITA' DI BENESSERE ALL'INTERNO DEL PARCO DI VILLA SARTORIO IN OCCASIONE DELL'OPEN DAY DEL 29/08/2014.