Gardenia dell’AISM

 

Nata come Fiorincittà nel 1997, con la distribuzione di bulbi di diverse specie di fiori, nel 2005 si è completamente rinnovata ne “La Gardenia dell’AISM” in cui la protagonista è diventata questa elegante pianta dal fiore profumatissimo. Da allora la gardenia è assurta a simbolo della solidarietà femminile, a sostegno della ricerca scientifica e della lotta contro i condizionamenti della SM sulla vita delle donne. 

 

Nel 2018, in occasione dei suoi 50 anni di attività  AISM presenta  GARDENSIA  

 

Una gardenia e un’ortensia, che rappresentano il doppio impegno di AISM al fianco delle persone con sclerosi multipla: la ricerca e l’assistenza.

I due fiori sottolineano lo stretto legame tra le donne e la sclerosi multipla (SM), che colpisce la popolazione femminile in misura doppia rispetto agli uomini.  

 

 

Nata come Fiorincittà nel 1997, con la distribuzione di bulbi di diverse specie di fiori, nel 2005 si è completamente rinnovata ne La Gardenia dell’AISM in cui la protagonista è diventata questa elegante pianta dal fiore profumatissimo. Più di 26 milioni di Euro sono stati raccolti grazie alla distribuzione di oltre 2 milioni e 800 mila tra confezioni di bulbi e piante in vaso.
 
Dedicata alle donne, colpite in rapporto di 3 a 1 rispetto agli uomini, La Gardenia dell’AISM ti permette – con un contributo di 15 Euro – di sostenere uno dei più importanti progetti della nostra Associazione Donne oltre la Sclerosi Multipla (guarda i servizi), che comprende attività di informazione e servizi mirati ad aiutare le donne con sclerosi multipla nei diversi ambiti della vita lavorativa, sociale e famigliare.
 
E proprio per essere più vicini alle donne, il nostro appuntamento si rinnova ogni anno in occasione del giorno in cui vengono festeggiate:  – Festa della Donna – a cui la nostra Associazione ha voluto aggiungere un nuovo significato di solidarietà, dalle donne per le donne.
A rafforzare questo messaggio ci hanno pensato i molti personaggi di spicco del mondo dello spettacolo, della politica, dello sport, del giornalismo, della moda – tutte ovviamente al femminile – che in questi anni si sono adoperate per far sapere che, con un fiore, si può sconfiggere la sclerosi multipl