AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

AISM Sito Nazionale AISM > Sezione Provinciale AISM Biella

Fai il servizio civile

SETTEMBRE 2019: E' USCITO IL NUOVO BANDO PER ISCRIVERSI PER FARE IL SERVIZIO CIVILE PRESSO AISM BIELLA: C'è TEMPO FINO AL 10/10/19 PER ISCRIVERSI!

 

 

Alleghiamo qui di seguito la graduatoria definitiva:

 

/sites/default/files/graduatoria%202019%20definitiva%20approvata%20x%20avvio%202020.pdf

 

Presso la nostra sezione di Biella sono disponibili  3 posti;  per informazioni dal lun al ven ore 9:00 - 13:00 in Via Piave 11/C a Biella (previo accordi precedenti anche il giovedì pomeriggio).

 

La durata del servizio è di 12 mesi e possono aderire le ragazze e i ragazzi di  d’età compresa fra i 18 e i 28 anni (compresi). L'importante è non aver compiuto i 29 anni alla data in cui viene presentata la domanda.

 

E' un periodo di volontariato, nonostante venga corrisposto un trattamento economico di € 433,80 circa (da verificare per l'anno in corso) al mese dal Ministero.

 

La partenza è probabilmente da metà gennaio e prevede un impegno di 30 ore settimanali.

I ragazzi che vogliono vivere  12 mesi facendo qualcosa di davvero importante possono aderire ai progetti Aism di Servizio Civile. 

Perché il Servizio Civile in AISM?


L’impegno di AISM è far sì che le persone con Sclerosi Multipla e familiari abbiano il diritto a una buona qualità di vita e alla piena integrazione sociale. La sezione conosce le esigenze delle persone del territorio e attraverso i volontari e i volontari di servizio civile cerca di dare risposte a questi bisogni.

La nostra sezione aderisce al progetto di servizio civile “La persona con SM: dal contatto alla relazione- territorio del Piemonte”.

Scarica la sintesi del progetto.

Oppure leggi il progetto completo.

 

 Cosa farà la persona che sceglierà questo progetto?

  • Attività per favorire la mobilità: effettuare servizio di accompagnamento con gli automezzi attrezzati AISM per mettere le persone con SM in grado di recarsi nei luoghi di cura, per la fruizione culturale e per favorire la partecipazione alla vita associativa. I ragazzi vengono principalmente impiegati in questi servizi di trasporto per l'80% del loro intero anno di servizio civile, pertanto verranno privilegiati coloro che siano in possesso di patente B e che se la sentano di guidare i ns 3 automezzi (partner, ducato e boxer), ovviamente all'inizio affiancati dai ns attuali volontari e poi in autonomia non appena pronti.
  • Ritiro e consegna farmaci
  • Supportare la sezione nelle seguenti attività: accoglienza delle persone con SM e introduzione al servizio di sportello, collaborare all’organizzazione di eventi informativi per la persona con SM e di sensibilizzazione per la popolazione
  • Attività di inclusione e socializzazione: supporto nell’organizzazione e nell’attuazione di attività mirate a creare occasioni di socializzazione e di integrazione per i fruitori
  • Supportare lo sportellista
  • Aggiornamento dello “scaffale AISM” presso l’infopoint del centro clinico

Quali sono gli obiettivi del progetto?

  • Avviare un percorso di consapevolezza della persona con SM attraverso l’informazione e l’orientamento per far si che la stessa diventi protagonista del suo futuro e possa realizzare i suoi progetti di vita anche secondo l’indirizzo della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.
  • Ampliare il raggio di azione delle attività anche sul territorio provinciale avviando con il territorio la logica del welfare di comunità
  • Agire in situazione di “supplenza” là dove non esistono servizi pubblici, soprattutto per le persone gravi che vivono situazioni di isolamento sociale e relazionale
  • Favorire nei ragazzi che sceglieranno di fare il servizio civile nazionale un processo di consapevolezza delle discriminazioni e del disagio sociale e la conoscenza delle azioni necessarie al raggiungimento della solidarietà e dell’uguaglianza sociale
  • Favorire lo scambio di esperienze di vita fra i ragazzi e le persone con SM al fine di attivare processi reciproci di cittadinanza attiva
  • Migliorare, attraverso l’azione dei ragazzi in servizio civile, la conoscenza delle problematiche legate alla disabilità e all’handicap

Come tutti i progetti di servizio civile, il Progetto prevede un impegno orario di 30 ore settimanali ed un assegno mensile di circa 433,80 Euro (cifra da verificare) erogato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio Nazionale Per il Servizio Civile.

È un' occasione per unirsi al movimento per un mondo libero dalla sclerosi multipla!

Il Servizio Civile offre la possibilità di essere cittadini attivi e responsabili, di vivere un’esperienza unica aiutando gli altri. AISM, in particolare, ti permette di impegnarti in progetti che rispondono concretamente ai bisogni delle persone con sclerosi multipla.

 

Per iscriversi leggi la pagina dedicata

 

Requisiti

 Per l’ammissione alla selezione è richiesto al giovane il possesso dei seguenti requisiti:

1. cittadinanza italiana, ovvero di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia;

2. aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;

3. non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

 

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

 

Non possono presentare domanda i giovani che:

- appartengano ai corpi militari e alle forze di polizia;

- abbiano già prestato o stiano prestando servizio civile nazionale o universale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;

- abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, oppure abbiano avuto tali rapporti di durata superiore a tre mesi nei 12 mesi precedenti la data di pubblicazione del bando.

 

Possono presentare domanda di servizio civile i giovani che, fermo restando il possesso dei requisiti di cui al presente articolo:

- abbiano interrotto il servizio civile nazionale o universale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente che ha causato la revoca del progetto, oppure a causa di chiusura del progetto o della sede di attuazione su richiesta motivata dell’ente, a condizione che, in tutti i casi, il periodo del servizio prestato non sia stato superiore a sei mesi;

- abbiano interrotto il servizio civile nazionale o universale a causa del superamento dei giorni di malattia previsti, a condizione che il periodo del servizio prestato non sia stato superiore a sei mesi;

- abbiano già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani”,  nell’ambito del progetto sperimentale europeo International Volunteering Opportunities for All e nell’ambito dei progetti per i Corpi civili di pace.