AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Cerca la notizia

E.g., 09/08/2020
E.g., 09/08/2020
Home » News
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

AISM tra i promotori del III Giro d’Italia Handbike

22/02/2012

 

 

AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, sarà tra i promotori del III Giro d’Italia HandBike 2012, insieme al CONI, ad ANMIL, al Comitato Italiano Paraolimpico, alla Federazione Italiana Ciclisti nell’intento e con l’impegno a creare momenti di socializzazione dedicati all’insegnamento delle basi di una disciplina sportiva come l’HandBike, bicicletta speciale nella quale la spinta proviene dalle braccia e non dalle gambe, che utilizza tre ruote e permette allo sportivo diversamente abile su sedia a rotelle o con difficoltà di deambulazione, di pedalare con le mani. Durante le varie tappe del Giro, alcune HandBike saranno messe adisposizione da ANMIL per provarla direttamente all’interno di percorsi attrezzati e sicuri, insieme ad atleti e tecnici competenti.

 

“Avere la SM è una sfida continua. Ecco quello che vogliamo – dichiara Roberta Amadeo, campionessa di HandBike e past presidente dell’AISM: costruire un mondo libero dalla SM. Un mondo dove tutte le persone con SM siano libere di essere se stesse fino in fondo. Dove tutti abbiano le stesse opportunità di realizzare i propri progetti, essere protagonisti delle proprie passioni e dei propri desideri. Sportivi e non”.

 

La Sclerosi Multipla è una malattia del sistema nervoso centrale, cronica, imprevedibile e spesso invalidante. Si manifesta principalmente tra i 20 e i 30 anni, quando la vita è più promettente e ricca di progetti, con effetti non solo fisici, ma psicologici, sociali… E AISM da oltre 40 anni è impegnata a sostenere al massimo l’autonomia della persona che vive con la SM, sostenendone il diritto a una buona qualità di vita all’integrazione sociale.

 

Le persone con SM sono prima di tutto persone. Persone che scelgono di essere  protagoniste della propria vita. Amare lo sport, qualunque sport, sia esso individuale o di gruppo, ha la capacità di catalizzare l’attenzione sull’abilità, piuttosto che sul deficit. E aiuta a credere di più in noi stessi.

 

Promuovere uno sport come l’HandBike significa offrire a più persone – persone abituate alla vita all’aria aperta, che non abbiano grossolani problemi di forza e coordinamento agli arti superiori - la possibilità di riprovare la sensazione di libertà, di impegnarsi in un passatempo sportivo che dà grandi soddisfazioni. AISM è al loro fianco. Tutte le sedi territoriali di AISM saranno presente in ogni tappa con un suo “Information point” per far conoscere ai propri associati lo sport del ciclismo al fine di creare momenti di socializzazione dedicati all’insegnamento delle basi di questa disciplina sportiva con l’ausilio di atleti, di medici, di tecnici competenti, consentendo a potenziali futuri appassionati di questa disciplina di toccare con mano una realtà che può dare loro un incentivo ed un interesse diverso nell’affrontare e superare i problemi legati alla limitata abilità motoria, migliorando e arricchendo in generale la qualità della vita di ogni persona, promuovendone la piena integrazione nel tessuto sociale.