-A +A
Home » Sclerosi multipla: i sintomi
AISM

Sclerosi multipla: i sintomi

Sclerosi multipla, i sintomi

Le persone con sclerosi multipla presentano differenti sintomi in base alla diversa possibile localizzazione delle lesioni nel sistema nervoso centrale. La frequenza dei sintomi può aumentare in genere con la gravità e la durata della malattia anche se, in alcuni casi, non vi sono chiare correlazioni. La maggior parte dei sintomi dovuti alla SM può essere affrontata e trattata con successo attraverso terapie farmacologiche specifiche e non farmacologiche, tra cui ha un ruolo fondamentale la riabilitazione.

 

Sintomi comuni

 

Fatica
Mancanza di energia fisica o mentale e sensazione di essere “esausti” più di quanto è normale attendersi in rapporto all’attività svolta

 

Disturbi visivi
Neurite ottica, sdoppiamento della visione (diplopia) o oscillazione ritmica e involontaria degli occhi (nistagmo). Frequenti in particolare all’esordio.

 

Disturbi delle sensibilità
Calo delle sensibilità o sensazioni alterate o dolorose, ridotta sensibilità al tatto, al caldo e al freddo, al dolore.

 

Disturbi intestinali
Stitichezza o difficoltà a trattenere gas o feci.

 

Disturbi vescicali
Irresistibile bisogno di urinare (urgenza minzionale), perdita involontaria di urina (incontinenza urinaria) e difficoltà a svuotare completamente la vescica (ritenzione urinaria).

 

Disturbi cognitivi
Disturbi dell’attenzione o della memoria, difficoltà a mantenere la concentrazione, problemi ad effettuare calcoli o pianificare attività complesse, a svolgere più cose contemporaneamente, spesso viene descritta con la sensazione di avere la mente annebbiata, confusa.

 

Dolore
Copre una serie di sensazioni fisiche spiacevoli o lancinanti, passeggere o croniche: bruciori, fitte acute, sofferenza muscoloscheletrica, sensazione di tensione alla schiena o al petto o stomaco, male al volto.

 

Disturbi sessuali
Negli uomini si presentano come problemi erettili, eiaculazione anticipata o assente. Nelle donne sono problemi di perdita di sensibilità della regione genitale, difficoltà a raggiungere l’orgasmo.

 

Spasticità
Pesantezza o rigidità muscolare, a volte si manifesta come spasmi muscolari che rendono difficili i movimenti.

 

Depressione
Sensazione costante di tristezza, mancanza di interessi, difficoltà a trovare forze, piacere o volontà a svolgere attività, tendenza all’isolamento. Risulta più frequente nella SM rispetto a chi non ha la diagnosi o altre malattie croniche.

 

Disturbi della coordinazione
Alterata fluidità dei movimenti a livello sia degli arti e del tronco. Compaiono come disturbi dell’equilibrio, instabilità della marcia, tremore, vertigini.

 

Disturbi parossistici
Sintomi che comparano improvvisamente risolvendosi altrettanto rapidamente come ad esempio il segno di Lhermitte, spasmi, cloni.

 

Disturbi del linguaggio
Debolezza e mancanza di coordinazione della lingua e della muscolatura orale e facciale coinvolta nella produzione di suoni e parole. I disordini dell’articolazione della parola sono conosciuti come disartrie.

 

 

Sintomi meno comuni

 

Cefalea
Dolore che può coinvolgere ogni parte della testa, compresi il cuoio capelluto, il viso e l'interno della testa.

 

Udito
Disturbo molto raro caratterizzato da perdita di udito, dovuta a lesioni delle vie acustiche centrali.

 

Disfagia
Difficoltà di deglutire, presente solo nelle forme più gravi di SM.

 

Disturbi della respirazione
presenti in casi molto rari e gravi, spesso associati all’immobilità che può rendere insufficiente la respirazione.

 

Disturbi vascolari
Si verificano come conseguenza della scarsa mobilizzazione e possono presentarsi sotto forma di edema venoso, linfedema e trombosi venosa profonda.

 

Crisi epilettica
perdita di coscienza e convulsioni. Le crisi epilettiche sono il risultato di scariche elettriche anormali in un'area del cervello.

 

Una corretta informazione, cioè una conoscenza approfondita della malattia, e un contatto regolare con i diversi professionisti dell’équipe interdisciplinare dei Centri clinici SM sono tra gli strumenti che la persona ha a disposizione per affrontare e gestire al meglio i sintomi della malattia. In particolare gli incontri con i membri dell’equipe possono essere utili per programmare esami e altre visite specialistiche eventualmente necessarie (per esempio dall’oculista, dal fisiatra, dall’urologo). Questi incontri aiutano a consolidare il rapporto tra la persona con SM e l’équipe del Centro clinico SM, consentendo alla persona stessa di divenire in maniera consapevole sempre più protagonista nella gestione della propria malattia. 

 

Hai dubbi o domande? Contatta il Numero Verde AISM

 

Ultimo aggiornamento novembre 2019

 

Nella foto: un'immagine dal reportage Under Pressure - Linving with MS in Europe. © 2011, Carlos Spottorno