AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Cerca la notizia

E.g., 06/08/2020
E.g., 06/08/2020
Home » News
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

Il Volontariato in AISM (scheda di approfondimento)

04/08/2015

 

I volontari sono cuore, anima, braccia di AISM. Rappresentano l’entusiasmo, la voglia di mettersi in gioco e di impegnarsi per qualcosa di grande, per difendere i diritti di tutte le persone con SM  verso la loro piena inclusione sociale.

Scegliere di essere vontario AISM significa compiere una scelta matura e intraprendere un vero cammino di crescita: un percorso che arricchisce la persona rendendola migliore e, al tempo stesso, aiuta la collettività a raggiungere obiettivi complessi e importanti. Uno su tutti: un mondo libero dalla sclerosi multipla. La persona che mette a disposizione le proprie risorse e capacità, lo fa in modo personale, libero e gratuito: vive in AISM in  un percorso di crescita umana e personale.

 

Il contributo dei volontari è fondamentale per svolgere qualsiasi tipo di attività. Ci si può impegnare in prima linea affermando i diritti delle persone con sclerosi multipla, partecipando alle iniziative di raccolta fondi, di socializzazione e di sensibilizzazione, affiancando le persone nella vita quotidiana ed erogando servizi rivolti alle persone con SM, come il supporto all’autonomia della persona o il supporto alla mobilità. Ma un volontario può agire anche dietro le quinte in attività essenziali come l’organizzazione di servizi e la gestione amministrativa. E non solo: può anche donare il suo tempo per coinvolgere nuovi volontari e partecipare in prima persona al loro percorso formativo.

 

 

VOLONTARI: UN MONDO GIOVANE

Della grande alleanza di solidarietà in AISM fanno parte soprattutto le donne, ma anche uomini e molti giovani che decidono di mettersi in gioco attivamente perché altre persone possano vivere la propria vita fino in fondo.

 

  • VOLONTARIO IN SEZIONE

Può svolgere attività gestionali e organizzative della Sezione; ma anche aiutare le persone con SM a trovare informazioni corrette su opportunità e servizi nel territorio; può dare il proprio contributo per supportare l’autonomia della persona con SM nella vita di tutti i giorni, ma anche partecipare alle attività di rappresentanza e affermazione dei diritti all’interno delle Reti e con le Istituzioni sul territorio.

Si attiva nella raccolta fondi per il finanziamento della ricerca scientifica sulla SM, durante le manifestazioni “la Mela di AISM” e “La Gardenia di AISM: ognuno con le proprie risorse può fare la differenza

 

 

  • SERVIZIO CIVILE

Il Servizio Civile  è una risorsa importante perché attraverso il reclutamento di ragazzi e ragazze tra 18 e i 29 anni AISM è in grado di rispondere puntualmente alle esigenze delle persone con sclerosi multipla. I volontari del Servizio Civile possono aiutare l’Associazione a fornire maggiori e migliori servizi alle persone con SM in contatto con AISM, favorendo la socializzazione e la partecipazione alla vita di sezione delle persone con SM, dando loro e ai loro familiari supporto pratico nella vita quotidiana e lottando per i diritti delle persone . Nel 2014 sono stati 303 i volontari selezionati con il bando e avviati al Servizio Civile in AISM. A questi si sono aggiunti anche 8 giovani attualmente impegnati nel programma Garanzia Giovani e 22 nel servizio civile regionale in per Toscana.

 

  • IL VOLONTARIO DIGITALE.

Nell’era web 2.0, trova spazio e valore anche una rete fatta di scambio di informazioni e richiesta di interventi mirati: appelli e mobilitazioni  viaggiano più veloci sul web. Ecco perché il volontario di AISM diventa, anche, un volontario “digitale”. Questo grazie agli strumenti che AISM ha messo in rete per chi vuole diventare volontario ai tempi del social network: 7 mini ebook on line su www.aism.it scaricabili gratuitamente nei tre formati (epub, mobipoket e pdf adattato) per essere letti attraverso ogni tipo di dispositivo: tablet, smartphone ed e-reader. Le 7 mini-guide  di AISM sono uno strumento utile per stimolare il dibattito e la riflessione dell’attivismo in rete e forniscono anche qualche suggerimento di carattere metodologico e tecnico per partecipare, condividere, scoprire, navigare e navigare per hashtag …insomma per diventare un “volontario digitale”.  

 

 

  • IL VOLONTARIATO D’IMPRESA

È il contributo di aziende che, in partnership con l’Associazione, offrono la possibilità ai propri dipendenti di svolgere delle giornate di volontariato al posto di normali giorni lavorativi.

 

Arruolati durante l’anno su progetti diversi, vengono formati attraverso la piattaforma di formazione a distanza dell’Accademia AISM e vengono impegnati a supporto delle attività di sezione di raccolta fondi, di supporto all’autonomia, di segreteria e di socializzazione. Hanno partecipato al Volontariato d’Impresa aziende come: ABB, Deloitte, General Electric, KPMG, Novartis, Oro Saiwa (Mondelez), UBI BANCA.

 

LA FORMAZIONE e L’ACCADEMIA AISM

I Volontari AISM vengono opportunamente formati per svolgere con competenza il loro ruolo. Utilizzando metodi di lavoro efficaci possono aumentare i risultati del loro impegno, contribuire in modo sostanziale allo sviluppo della Sezione e migliorare la capacità della stessa di rispondere alle esigenze delle persone con SM del territorio di riferimento. Vengono affiancati da volontari senior per trasmettere le conoscenze e le competenze e per costruire insieme le abilità che permettono ai nuovi volontari di diventare autonomi all’interno dell’Associazione.

 

La struttura dedicata alla formazione per consentire ai volontari di agire in prima linea, è l’Accademia AISM, formata da professionisti del settore, che supporta il volontario nel percorso associativo con un programma di formazione adeguato.

Otre alla formazione base, che orienta il nuovo volontario creando adesione alla causa, al clima e alla cultura dell’organizzazione, e a quella specialistica, che consiste invece in una formazione applicativa e operativa utile allo svolgimento di compiti e attività, è stata inserita la formazione trasversale su conoscenze e competenze che forniscano, a prescindere dal ruolo, capacità di relazione e metodo di lavoro.

 

Sono stati 639 i volontari formati nel 2014. 79 i corsi frontali  effettuati su tutto il territorio e 28 corsi FAD. Una strategia formativa che offre la possibilità di erogare percorsi didattici attraverso una piattaforma online ad hoc, che consente la fruizione dei contenuti in modalità e tempi personalizzati senza la necessità della presenza in aula.