AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Cerca la notizia

E.g., 04/08/2020
E.g., 04/08/2020
Home » News
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

La Settimana Nazionale dei Lasciti AISM 2013

10/01/2013

 

Tanti incontri sul territorio a contatto diretto con i notai, un numero verde per informazioni, una guida per conoscere più a fondo una materia delicata e complessa come quella dei lasciti testamentari. Dal 21 al 27 gennaio si terrà la Settimana Nazionale AISM dei Lasciti promossa dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla e dalla sua Fondazione, con il patrocinio e la collaborazione del Consiglio Nazionale del Notariato

 

 

Per sostenere la cultura del lascito testamentario, in tutta Italia, dal 21 al 27 gennaio si terrà la Settimana Nazionale AISM dei Lasciti, promossa dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla e dalla sua Fondazione con il patrocinio e la collaborazione del Consiglio Nazionale del Notariato.

 

La Settimana, giunta alla nona edizione, ha l’obiettivo di sensibilizzare, informare e soprattutto offrire un servizio di consulenza al pubblico in materia successoria. Grazie a una serie di incontri informativi sul territorio nella sette giorni dell’iniziativa, i notai saranno a disposizione dei cittadini, per informare e spiegare cosa prevede la legge italiana in materia di diritto successorio fornendo un’informazione chiara e esaustiva.

 

Come sostenere AISM e la ricerca sulla SM
Ogni quattro ore nel nostro Paese una persona riceve la diagnosi di sclerosi multipla. Cronica, imprevedibile e invalidante, la sclerosi multipla è una tra le più gravi malattie del sistema nervoso centrale, colpisce 65 mila persone in tutta Italia. Ad esserne maggiormente colpiti sono i giovani e le donne perlopiù tra i 20 e i 30 anni. Ad oggi, anche se la ricerca ha fatto enormi progressi, non esiste ancora una cura risolutiva per la sclerosi multipla.

 

Per lottare contro la sclerosi multipla, dare più forza alla ricerca e garantire l’assistenza alle persone basta un gesto semplice ma di valore: sostenere una disposizione testamentaria a favore dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla e della sua Fondazione (FISM) l’unica associazione che da oltre 40 anni interviene a 360° sulla sclerosi multipla.

 

Da segnare in agenda
Il calendario degli incontri e le informazioni sulla Settimana Nazionale AISM dei Lasciti sono disponibili oltre che al numero verde AISM 800-094464 anche sul sito dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla www.aism.it dove si può trovare anche una mini guida interattiva al testamento.

 

Al numero verde dedicato 800.094464 si potrà anche richiedere la Guida  AISM scritta in collaborazione con  il Consiglio Nazionale del Notariato: l’importanza di fare testamento: una scelta libera e di valore.  Uno sguardo in materia di diritto che, con un linguaggio semplice e chiaro, aiuta a districarsi in una materia tanto complessa, come quella delle successioni, aiutando le persone interessate a prendere scelte consapevoli.

 

I lasciti testamentari: una voce importante nel bilancio delle ONLUS
I lasciti testamentari rappresentano una voce importante nel bilancio delle Onlus. Secondo un’elaborazione IRS (Istituto per la Ricerca Sociale) su dati Banca d’Italia / Heavens e Schervisch, si stima che entro il 2020 gli italiani destineranno quasi 25 milioni di euro al non profit attraverso i lasciti testamentari.

 

In particolare l’ AISM dal 1981 al 2011 ha potuto contare su 220 lasciti per un totale erogato di circa 30 milioni di euro. Fondi che hanno dato slancio alla ricerca scientifica di cui AISM e la sua Fondazione sono i principali finanziatori in Italia. Nel  2011 l’AISM e la sua Fondazione (FISM) sono state nominate in 10 disposizioni testamentarie e polizze vita.

 

Cosa finanzia AISM con un lascito
Un lascito di 2.500 euro permette all’AISM di coprire i costi di 100 ore di attività del Numero Verde AISM; un lascito di 15.000 euro consente di erogare una borsa di studio annuale a un giovane ricercatore impegnato sugli studi della SM; con un lascito da 45.000 euro si può acquistare un pulmino attrezzato per il trasporto di persone con disabilità.