-A +A
Home » Ossigenoterapia Iperbarica
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

Ossigenoterapia Iperbarica

Definizione: L'ossigenoterapia iperbarica è una metodologia basata sulla somministrazione di ossigeno puro in particolari ambienti che vengono pressurizzati ad una pressione superiore a quella atmosferica, in camere iperbariche speciali. L’obiettivo principale è far aumentare la pressione parziale dell’ossigeno (aumentando la pressione assoluta del gas inalato) per facilitarne il passaggio nel sangue e nei globuli rossi.

Valutazioni: trattamento approvato per un numero limitato di patologie come per esempio le ustioni, le infezioni gravi, l’embolia gassosa, ferite dovute a radiazioni o in caso di avvelenamento di monossido di carbonio. Uno studio condotto nel 1983 e pubblicato sulla rivista The New England Journal of Medicine segnalava che l’ossigenoterapia iperbarica era efficace nella SM, tuttavia altri studi clinici successivi non hanno confermato tali risultati. Ulteriori studi invece avrebbero dimostrato lievi miglioramenti nel trattamento dei disturbi vescicali. Infine alcune revisioni sistematiche condotte nel 1995 e nel 2004 hanno concluso che non vi è un effetto terapeutico dell’ossigenoterapia iperbarica nella SM, affermando inoltre che tale tipo di trattamento non dovrebbe essere usato nella SM.

Costi: altamente costoso

Rischi: in genere il trattamento è ben tollerato, possono verificarsi disturbi visivi. Raramente possono verificarsi gravi eventi avversi come crisi epilettiche, collasso polmonare, cataratta e perforazione del timpano.