AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Cerca la notizia

E.g., 09/08/2020
E.g., 09/08/2020
Home » News
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

Parole contro la sclerosi multipla

18/07/2011

 

 

Scuola Holden e AISM promuovono la seconda edizione del concorso "Dillo a modo tuo". La vincitrici del 2010 in viaggio verso Parigi

 

Il Concorso si conferma oggi come punto di incontro tra due realtà che hanno un legame con i giovani: Associazione Italiana Sclerosi Multipla e Scuola Holden.

 

Nato nel 2010, il concorso torna quest’anno completamente rinnovato: vivrà infatti esclusivamente on line  sul sito www.dilloamodotuo.it, a partire dalla seconda metà di settembre. L’iniziativa è idealmente collegata all’evento “Una Mela per la Vita” che si terrà nelle piazze italiane l’8 e il 9 ottobre in cui verranno distribuiti sacchetti di mele per raccogliere fondi per la ricerca e per incrementare i servizi per una migliore qualità di vita delle persone con SM.

 

L’obiettivo è avvicinare i giovani al mondo della sclerosi multipla attraverso le parole. Delle oltre 61 mila persone con SM in Italia, il 47% sono giovani, circa la metà.

 

Già lo scorso anno la Scuola Holden ha sostenuto la sedicesima edizione di Una mela per la vita. All’interno dei sacchetti di mele distribuiti in piazza, erano contenute 4 cartoline, ognuna con una delle 4 parole chiave di AISM (Solidarietà, Ricerca, Movimento, Giovani). Si chiedeva al pubblico di partecipare compilando e rispedendo le cartoline con una propria definizione delle 4 parole. Tutte le cartoline sono state lette e giudicate da un gruppo di scrittori e da una commissione AISM.  Le parole vincitrici del concorso legato a “Una Mela per la Vita 2010” con la relativa definizione che meglio rispecchiano i valori dell’Associazione e che abbiano un significato per i giovani e il loro futuro, saranno fra quelle da cui prenderà l’avvio l’edizione 2011 del concorso.

 

Le 4 parole vincitrici sono:

PERSEVERANZA: capacità di andare avanti, non arrendersi e combattere fino all’ultimo respiro – fino alla cura. TATTO nell’aiutare, nel comprendere, nel parlare della malattia. TENACIA: non bisogna lasciarsi andare per vincere la SM, LAVORO: sono una ricercatrice che trova ispirazione e riceve sempre nuovi input dalla sclerosi multipla, il mio lavoro adesso e’ capirla, studiarla e vincerla. 

 

Quest’anno il concorso si rinnova, portando gli utenti a proporre il contenuto multimediale preferito (un testo, una foto, un video, o qualunque cosa suggerisca la creatività) per arricchire di significato e di valore le parole chiave proposte da AISM, dando spazio alla propria creatività. Le parole e i contenuti associati potranno anche essere votati, commentati e condivisi, e maggiore sarà l’interazione sul sito più punti verranno accumulati: in questo modo aumenteranno le probabilità di vincere i premi ad estrazione periodica. I contributi originali più creativi verranno poi selezionati da una giuria di esperti (fra questi i Blogger dell’AISM, gli autori del blog www.giovanioltrelasm.it) e avranno la possibilità di aggiudicarsi i fantastici premi concessi da Scuola Holden.

 

Le vincitrici del primo premio dell’edizione 2010 del concorso sono in partenza per Parigi dove incontreranno lo scrittore Andrés Beltrami per un “un caffè con lo scrittore”. Elena e Roberta Piloni saranno a Parigi dal 21 al 24 luglio per visitare la città e incontrare l’autore del libro La Cura pubblicato da Fandango.

 

Io e mia sorella abbiamo appreso con molto stupore e con gioia la vincita del concorso AISM “una mela per la vita” dichiara Elena Piloni, vincitrice del Primo Premio. “Una bellissima iniziativa, abbiamo subito pensato… scrivere due righe relative ad una parola “speciale”.. per L’Associazione Italiana Sclerosi Multipla, un organizzazione di utilità sociale che riteniamo,entrambe, molto importante. Pensiamo che la comunicazione sia importante, le parole sono veramente “semi da cui nascono grandi frutti”, è bene quindi parlare, utilizzare il linguaggio, nostro principale mezzo di comunicazione, per condividere con gli altri i propri pensieri e le proprie emozioni. La nostra parola scelta è stata “serenità”… apparentemente un concetto semplice ma spesso qualcosa di complicato e difficile da raggiungere; “ricercare la serenità”, accontentarsi di ciò che abbiamo, di come siamo…consapevoli di esser fortunate, condividendo e trasmettendo agli altri la gioia e la serenità a chi è meno fortunato di noi, ricordando, per esempio, le persone con sclerosi multipla. E’ con serenità e con gioia che viaggeremo verso Parigi, grazie anche all’ottima collaborazione della Scuola Holden. Abbiamo ricevuto il libro “La Cura” e attendiamo di conoscere personalmente lo scrittore Andrès Beltrami a Parigi, a cui faremo sinceri complimenti ..Personalmente, ho trovato questo libro molto scorrevole e piacevole da leggere..con tratti nostalgici ..ma che mi hanno fatta un pò “sognare”; un romanzo coinvolgente e contemporaneo nello stesso momento. Ringraziamo la Suola Holden e l’AISM per averci dato la possibilità di partecipare a questa grande iniziativa”.

 

La giuria, composta da membri AISM e della Scuola Holden, ha assegnato altri premi: 1 pacchetto “Raccontare” (corso on-line), la partecipazione gratuita a 2 seminari sul narrare che si terranno alla Scuola Holden nel 2012 con un grande narratore straniero e la fruizione di1 servizio editing on-line.

 

Per l’edizione 2010 del concorso la Scuola Holden ha messo in palio premi per un valore totale di circa 3.000 euro.