AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Cerca la notizia

E.g., 26/09/2020
E.g., 26/09/2020
Home » News
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

Sclerosi multipla: i giovani chiedono più informazione e più lavoro

08/10/2012

Young

 

Sono circa 33 mila le persone con sclerosi multipla sotto i 40 anni in Italia. AISM realizza ogni anno servizi e progetti ad hoc, per affermare i loro diritti. Il 13 e 14 ottobre supporta anche tu queste attività, scendi in piazza con Una Mela per la Vita! 

 

Delle 65.000 persone colpite da sclerosi multipla in Italia, la metà sono giovani sotto i 40 anni. Si tratta di ragazzi nel pieno della vita, intenti a far progetti per il futuro, a rincorrere i propri sogni. La diagnosi provoca smarrimento, stress, paura, senso di impotenza che possono portare a stati di disagio, depressione e rabbia.

 

Informazione
Per superare lo scoglio della diagnosi e iniziare a vivere la propria vita oltre la SM, cosa chiedono i giovani? Chiedono più informazione e confronto, perché la sclerosi multipla va capita, conosciuta, affrontata, accettata. Da qui l'esigenza di realizzare progetti ad hoc che coinvolgono direttamente i ragazzi in incontri e seminari: come il Progetto Giovani creato da AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla, la collana di libretti informativi Giovani oltre la SM, o l'omonimo blog www.giovanioltrelasm.it - gestito da una redazione di 9 ragazzi con e senza SM - che si è aggiudicato il premio speciale “100 Giovani di Confindustria” nel contesto del Premio Aretè per la comunicazione responsabile nel 2011. 

Non solo, in seno all'AISM sta crescendo anno dopo anno un movimento di ragazzi under 35 - Young - costituito da volontari con e senza SM, che hanno deciso di lottare quotidianamente al fianco delle persone con sclerosi multipla, per i loro diritti e portare la diversità come valore in ogni campo della società. Il loro sostegno è fondamentale a tutte le persone con SM.

 

Lavoro
AISM riceve 1.300 contatti all'anno tra mail, lettere, fax e chiamate al numero verde (800 803028), da persone con SM che non riescono ad accedere al mondo del lavoro. Chi invece il posto di lavoro ce l’ha, il più delle volte subisce ingiustizie. Il 30-35% di questi contatti sono di giovani under 35 anni. Chiedono suggerimenti su come avvicinarsi al mondo del lavoro e come conservare un impiego.

AISM ha in quest'ottica prodotto una guida per sindacati che esamina le clausole contrattuali sulla conciliazione dei tempi di lavoro e le attività di cura. Si concentra sul tema della disabilità, ponendo la sclerosi multipla come situazione emblematica. A seguito di questa iniziativa sono state sollecitate collaborazioni con le principali sigle sindacali: tutti i sindacati coinvolti hanno accolto positivamente la richiesta di collaborazione, UIL e UGL hanno già firmato il protocollo d’intesa con AISM.

 

Per contitnuare a realizzare questi progetti fondamentali per le persone con SM, abbiamo sempre più bisogno del tuo contributo. Sostieni la ricerca scientifica sulla sclerosi multipla e i servizi per i giovani: il 13 e 14 ottobre scendi in piazza in occasione di Una Mela per la Vita!