AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Home » Sintomi della sclerosi multipla: udito
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

Sintomi della sclerosi multipla: udito

sintomi sclerosi multipla udito

 

Circa il 6% delle persone con sclerosi multipla lamenta problemi di udito, sebbene non sia un sintomo comune della sclerosi multipla, l'incidenza della perdita dell'udito - chiamata ipoacusia neurosensoriale - nella popolazione sclerosi multipla supera di gran lunga quella nella popolazione normale. 

 

Di per sé la perdita dell'udito è un sintomo raro della sclerosi multipla e le cause potrebbero avere anche origine diversa dalla sclerosi multipla, nella quale il problema è dovuto a lesioni delle vie acustiche centrali a livello del tronco encefalico. 

 

Inoltre la perdita dell'udito o la diminuzione dell’udito possono verificarsi anche durante una ricaduta e tendere a migliorare.

 

 

Spesso le alterazioni dell'udito sono associate ad altri sintomi della sclerosi multipla, che evidenziano un danno al tronco encefalico, quella parte del sistema nervoso in cui si trovano i centri che aiutano a controllare la vista, l'udito e l'equilibrio. I deficit uditivi causati dalla sclerosi multipla possono dipendere da infiammazione e cicatrici attorno all'ottavo nervo cranico (il nervo acustico). 

 

Tali sintomi possono determinare per esempio un impoverimento delle relazioni sociali oppure condizioni di irritabilità, depressione e vissuti di paura e incertezza. In questi casi potrà essere utile l’apprendimento di tecniche di mindfulness per migliorare le strategie di coping o un vero e proprio supporto psicoterapeutico per i vissuti di ansia, depressione e rabbia.  

 

Dato che i deficit uditivi sono così poco comuni nella sclerosi multipla, quando si verificano dovrebbero essere analizzati con attenzione per escludere altre cause di perdita dell'udito. Pertanto è importante rivolgersi al neurologo e ad un otorinolaringoiatra, foniatra per verificare ed escludere eventuali altre cause, ed eseguire eventualmente esami specifici come l’audiometria, potenziali evocati uditivi. 

 

Ultimo aggiornamento 3 febbraio2022

 

Nella foto: un'immagine dal reportage Under Pressure - Living with MS in Europe. © 2011, Maximiliano Braun.

Seguici sui social

  • Facebook
  • Twitter
  • Canale Youtube
  • Instagram