AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Cerca la notizia

E.g., 27/02/2021
E.g., 27/02/2021
Home » News
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

ABC di Twitter

03/05/2010


Il primo passo: iscriversi

Anche per Twitter, come per gli altri Social Media, gli utenti hanno un loro profilo e stringono “amicizia” con altri utenti.

Il primo passo da fare è andare sul sito www.twitter.com e
registrarsi. Una volta confermata la tua registrazione, puoi immediatamente iniziare a lanciare i tuoi messaggi dalla home page di Twitter che saranno letti dalle persone che hanno scelto di seguire i tuoi aggiornamenti (i follower).


What are you doing?

Dopo esserti iscritto e aver confermata la tua registrazione puoi immediatamente iniziare a lanciare i tuoi messaggi. Nel campo in alto, contrassegnato dalla scritta “What are you doing?”, puoi inserire i tuoi tweet. Cliccando su “Update”, il tweet sarà pubblicato.

Sotto questo campo, sono visualizzati gli ultimi tweet degli utenti che hai scelto di seguire. Si può arrivare a questa pagina cliccando su “Recent”.

In “Replies” vedrai invece i tweet che sono stati scritti a te nella forma “@nickname” che abbiamo visto sopra, mentre cliccando su “Archive” vedrai tutti i tuoi tweet passati.

Noterai che la maggior parte dei tweet sono scritti in terza persona. Questo perché sul sito i tuoi tweet vengono mostrati nella forma “nick messaggio” quindi “Tizio chiamo alla partecipazione” suona peggio di “Tizio chiama alla partecipazione”.

Generalmente è meglio evitare di scrivere messaggi pubblici che non forniscono un contesto tale da poter essere compresi da ognuno.  Se non è possibile includere nel tuo messaggio informazioni che lo rendano comprensibile a tutti, allora è meglio indirizzare il messaggio al solo destinatario, in modalità privata.


Un tweet può non essere per tutti
 
Ricorda poi che i tweet che si inviano verranno letti solo da chi ha deciso di seguirti, cioè dai tuoi “Follower”: una email ti segnalerà quando, ogni volta, un utente avrà inserito il tuo nickname tra i suoi following.
Noterai ben presto tra i vari tweet che alcuni hanno scritto “@nickname”. Questo significa che il tweet è rivolto a quella persona in particolare. Questa funzione si trasforma automaticamente in un link verso la pagina di quell’utente. In questo modo, se lo vuoi, potrai aggiungere tra i tuoi follower anche quell’utente.

Un tweet può non essere per tutti. Ricorda sempre che si possono anche scrivere tweet privati (Direct Message) rivolti ad un altro utente. Nel campo dove si scrive il proprio tweet basta scrivere “D nickname messaggio” e il messaggio verrà letto solo dal destinatario.


La carta geografica di Twitter 
            

Ecco in dettaglio le funzionalità di Twitter. Se hai bisogno di orientarti, prova a seguire questo schema: non sarà complicato:
 
> In alto a destra c’è la barra di navigazione del sito.
> Home serve per tornare alla tua pagina principale, “Your Profile” per modificare i dati del tuo profilo, scegliere un’immagine che ci rappresenti e modificare i colori della tua pagina.
“Invite” serve ad invitare su Twitter i tuoi amici mandando loro una mail. 
> “Public Timeline” serve a leggere i tweet mandati dagli utenti di tutto il mondo e non solo quelli di chi hai deciso di seguire.
> In “Badges” trovi simpatici accessori da inserire nel tuo blog o sito.
> In “Setting” puoi impostare il numero di cellulare, messenger e altre opzioni.
> Nella colonna di destra vedi quanti utenti stai seguendo (Following), quanti ti seguono (Followers) e i tuoi tweet preferiti (Favourites). Quanti messaggi diretti hai ricevuto (Direct Messages) e quanti tweet hai inviato. Sotto infine, sempre nella colonna di destra, troviamo una lista (parziale) degli utenti che stiamo seguendo (Following), qui nella forma delle loro immagini personali.
> Nel campo “Send Notification to” puoi scegliere se ricevere i tweet rispettivamente sul tuo messenger, sul cellulare o solo dal web.
> Nel campo “Search”, puoi cercare tweet di un argomento che ti interessa o utenti di una determinata località.


Stringere “amicizia”

I tweet che si inviano verranno letti solo da chi ha deciso di seguirti, cioè dai tuoi “Follower”.
È importante cominciare a seguire qualche utente ma attenzione: gli utenti che segui (following), non necessariamente seguono te (follower) anche se molto probabilmente un utente che segui sceglierà di seguirti a sua volta. In ogni caso ti arriverà una email ogni volta che un utente avrà inserito il tuo nickname tra i suoi following.

Noterai ben presto tra i vari tweet che alcuni hanno scritto “@nickname”. Questo significa che il tweet è rivolto a quella persona in particolare. Questa è una funzione comoda e utile perché la forma “@nickname” viene automaticamente trasformata in un link verso la pagina di quell’utente. In questo modo, se lo vuoi, potrai aggiungere tra i tuoi follower anche quell’utente.
Si possono anche scrivere tweet privati (Direct Message) ad un altro utente. Nel campo dove si scrive il proprio tweet basta scrivere “D nickname messaggio” e il messaggio verrà letto solo dal destinatario.


Nove "non" per te!

Prima regola: mai sottovalutare la “forza” di un social media. E’ sempre bene usare attenzione e riflettere….e poi, 

> NON sottovalutare i 140 caratteri, twittare con successo comporta comunque passione, pazienza, personalità, e un messaggio. Una strategia di successo su Twitter è 50% ascolto, 25% creatività, 25% conversazione. Puoi permettertelo, hai abbastanza tempo, motivazione, interesse, determinazione?

> NON Twittare solamente ma segui anche gli altri, in modo da poter iniziare una vera conversazione.

> NON utilizzare Twitter per raccontare le tue attività della giornata, invece assicurati che i tuoi post siano interessanti e utili per gli altri (anche quando sono divertenti). In altre parole, NON essere noioso/a.

> NON usare Twitter se non hai intenzione di spendere del tempo, o prestare attenzione ed energie allo scopo di intraprendere reali, autentiche conversazioni con altre persone.

> NON usare Twitter se non hai intenzione di condividere informazioni velocemente, e discutere sinceramente e approfonditamente riguardo ai tuoi interessi, motivazioni e al tuo attivismo al sostegno delle cause dell’AISM.

> NON provare nemmeno a usare Twitter se ti aspetti risultati certi e calcolabili. Bisogna essere aperti e spontanei. Segui la corrente.

> NON usare Twitter se il tuo scopo è quello di accumulare e controllare gli “amici” (follower).

> NON confondere Twitter con un software automatico, impersonale.

> NON Twitterare senza cura e affetto

Seguici sui social

  • Facebook
  • Twitter
  • Canale Youtube
  • Instagram