AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Cerca la notizia

E.g., 27/02/2021
E.g., 27/02/2021
Home » News
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

Come & perchè

11/05/2010

Entra in Flickr e crea il tuo profilo

Come per tutti gli altri siti di social media, anche per utilizzare Flickr è richiesta un'iscrizione, facile e immediata.

In questo caso, esiste sia un'utenza gratuita (ma limitata), sia un’utenza a pagamento, che risulta essere molto conveniente: per aderire a Flickr, stiamo infatti parlando di un costo che è inferiore ai 25 dollari l’anno: si chiamata PRO.

Più in dettaglio, a proposito di utenza gratuita, sappi che benché si tratti dell’ipotesi più cliccata e gettonata, presenta alcuni limitazioni. Sappi, per esempio, che non puoi visualizzare più di 200 fotografie.

Nel photostream, cioè nella presentazione in sequenza delle foto del proprio profilo, non potrai caricare più di 200 foto. Quelle eccedenti potrebbero diventare accessibili con il passaggio all'account PRO (al costo di 24,95 dollari all’anno).

Sappi, ancora, che non è concesso di caricare più di 100 MB di fotografie ogni mese, e che il tuo profilo gratuito viene chiuso dopo 90 giorni di inutilizzo.
 
E poi, ancora: accedere alle statistiche relative al tuo archivio fotografico non ti è consentito.

Tieni presente che l'utenza gratuita è più che sufficiente agli scopi dell'attivista AISM, rendendo accessibili strumenti di raccolta e condivisione di fotografie e immagini, più che sufficienti.
Fotografie e immagini,  così utili al mondo della comunicazione e dell’informazione, potranno così essere ottimizzati e a costo zero.


Non solo foto,  ma commenti, note e tag

Su Flickr le tue fotografie possono essere catalogate e indicizzate attraverso parole chiave e tag (etichette descrittive): vengono scelte dagli stessi utenti.

E’ in questo modo che le tue immagini possono essere catalogate e condivise; il sistema di classificazione rende infatti condivisibile il tuo album, e scegliere di consentire ai tuoi amici di partecipare e contribuire aggiungendo commenti, note e tag.

Ti permette, però, di controllare chi ha il diritto di vedere le tue foto, dichiarando così le tue foto come pubbliche o private, e fruibili o no di conseguenza. All'interno della categoria "privata" è infatti possibile distinguere quelle che possono essere visualizzate dai contatti considerati amici, magari solo dai familiari, oppure solo da se stessi.

In questo modo la libreria di immagini di Flickr non è solo in continua crescita (i suoi utenti sono qualcosa come 7 milioni), ma risulta essere un archivio ben ordinato e strutturato con estrema semplicità, funzionale per gruppi tematici e i forum, caratteristiche tipiche dei social media: vi sono presenti, per esempio, gruppi tematici riguardanti la sclerosi multipla creati da attivisti americani.

 Vedi il canale AISM su Flickr 

Sappi inoltre, che puoi scegliere di condividere le tue foto pubblicate su Flickr anche sul tuo profilo Facebook con un semplice clic. 


Foto: maneggiare con cura

Ricorda sempre di preservare il diritto alla riservatezza delle persone che compaiono su immagini o file video. Anche la generazione on line ha diritto alla propria privacy !

E allora ricorda che quando si mette on line la foto di un amico o di un familiare, è opportuno sempre, chiederne il consenso… l’erosione della privacy è uno tra gli argomenti più discussi di questi tempi.

Il diritto di riservatezza dei bambini, poi, è qualcosa di irrinunciabile, a prescindere dalle piattaforme di Web 2.0

Ma ancora, sappi che quando le fotografie di persone vengono utilizzate per essere pubblicate su internet o per qualsivoglia altro uso pubblico, è necessario che il fotografo si faccia rilasciare una “liberatoria” dalle presone ritratte. Si tratta di una dichiarazione scritta con la quale il soggetto autorizza la riproduzione della propria immagine (modelli di “liberatoria” sono disponibili online, si veda per esempio http://www.fotochepassione.com/liberatoria-esempio.htm)
 

Tienilo d’occhio!

Proprio perché Flickr può essere molto utile al mondo del volontariato e delle Onlus,  adesso è disponibile un profilo Flickr PRO (quindi senza limiti di utilizzo) gratuito appositamente studiato per il settore del non-profit. Per il momento questo servizio è disponibile solo in alcuni paesi, per una lista completa controllate periodicamente a questo indirizzo: http://blog.flickr.net/en/2008/03/05/flickr-for-good/.


 

Seguici sui social

  • Facebook
  • Twitter
  • Canale Youtube
  • Instagram