AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Cerca la notizia

E.g., 27/02/2021
E.g., 27/02/2021
Home » News
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

La petizione 'Giù le mani dai disabili'

05/07/2010

  

FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap) e FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali dei Disabili) promuovono un'iniziativa contro la manovra finanziaria: aderisci alla mobilitazione del movimento

 

Nell'ambito della mobilitazione contro la manovra correttiva del Governo, il movimento unito della associazioni delle persone disabili promuove anche una petizione, a sostegno delle istanze contro il persistere nel testo dell'innalzamento della percentuale di invalidità necessaria per la concessione dell'assegno mensile di assistenza agli invalidi civili parziali e contro l'attacco ancor più brutale alle indennità di accompagnamento, quindi per:

 

1. l'abrogazione del comma 1 dell'articolo 10 del Decreto Legge 78/2010, e dei relativi emendamenti, che prevede l'innalzamento a 85 della percentuale di invalidità necessaria per ottenere l'assegno agli invalidi parziali;

 

2. la cancellazione o il ritiro dell'emendamento del Governo che rivede i requisiti medico-legali per la concessione dell'indennità di accompagnamento.

 

La Manovra in discussione al Parlamento infatti eleva a 85 la percentuale di invalidità necessaria per ottenere l'assegno mensile di assistenza. Per godere dell'assegno sono previste altre due condizioni oltre a quella sanitaria: risultare inoccupati e iscritti alle liste di collocamento e non superare il limite reddituale annuale di 4.408,95 euro. Un limite molto basso, quindi. L'importo dell'assegno è di 256,67 euro mensili (importo 2010) per un totale annuo di 3.336,71 euro.

La Manovra crea inoltre una illegittima disparità fra gli invalidi civili: chi è affetto da una sola patologia ed ha una invalidità del 74%, avrà l'assegno mensile, anche se non raggiunge l'85% di invalidità; Chi invece è colpito da due patologie o menomazioni, la cui somma dà l'80 per cento, non ha diritto a nulla.

 

La Manovra fissa nuovi criteri per ottenere l'indennità di accompagnamento che sono irraggiungibili a meno che non ci si trovi in stato vegetativo.

 

Firma anche tu contro queste iniquità:
http://www.vita.it/news/view/105228

 

Seguici sui social

  • Facebook
  • Twitter
  • Canale Youtube
  • Instagram