Cerca la notizia

E.g., 25/04/2019
E.g., 25/04/2019
Home » News

Sclerosi multipla: cambio del trattamento da interferone a copaxone

17/02/2015

Il passaggio del trattamento da interferone a copaxone nelle persone con SM recidivante remittente è associato a risultati positivi

Under Pressure - Italia

Nella foto: un'immagine dal reportage fotografico Under Pressure - Living with MS in Europe. Copyright: © 2011, walter Astrada.


Almeno il 30 per cento delle persone con SM recidivante-remittente non rispondono bene ai trattamenti modificanti la malattia di prima linea (DMT) durante il primo anno.

 

Le ragioni più comuni per cui i medici decidono di cambiare cambiano il farmaco ad  un paziente con SM sono:

•  mancanza di efficacia o una risposta non ottimale;

•  eventi avversi dovuti all’intolleranza al farmaco;

•  sviluppo di anticorpi neutralizzanti che bloccano l'attività del farmaco.

 

Non esistono criteri guida condivisi per il medico quando considera se modificare il trattamento modificante la malattia di prima linea. Le decisioni sono generalmente basate sul giudizio del singolo.

 

Tuttavia, diversi studi hanno dimostrato un beneficio clinico nel cambiare da un trattamento modificante la malattia di prima linea ad un altro, o ad un  trattamento di seconda linea. In particolare, questi studi suggeriscono che le persone con SM recidivante-remittente (SMRR), che non beneficiano del trattamento con interferone possono trarre beneficio al passaggio con glatiramer acetato (Copaxone).

 

Lo studio COPTIMIZE ha valutato il decorso della malattia di persone che erano passate a Copaxone da un altro DMT. Si tratta di uno studio osservazionale di due anni svolto in 672 persone di 148 centri in 19 Paesi. Per un periodo di due anni, il 72,7% delle persone che sono passate al Copaxone erano libere da ricadute, e una gran parte di queste non ha avuto confermata progressione della disabilità. Inoltre, le persone erano notevolmente migliorate nelle misure di stanchezza, qualità della vita, depressione e cognitiv.

 

I risultati mostrano che le persone con SMRR che passano a Copaxone (quando l’interferone non può essere utilizzato o è inefficace) sono associate con risultati positivi del trattamento. 

 

A 2-year observational study of patients with relapsing-remitting multiple sclerosis converting to glatiramer acetate from other disease-modifying therapies: the COPTIMIZE trial.
ZiemssenT, Bajenaru OA, Carrá A, et al. J Neurol. 2014 Nov;261(11):2101-11. doi: 10.1007/s00415-014-7446-0. Epub 2014 Aug 14.

 

Fonte: MSIF

Dona ora