-A +A

Cerca la notizia

E.g., 10/04/2020
E.g., 10/04/2020
Home » News
AISM

Emergenza COVID-19: estesi di 90 giorni i piani terapeutici per persone anziane e patologie croniche

«Che facciamo se il piano terapeutico ci scade in questi giorni? Come possiamo garantirci di poterci continuare a curare senza dover correre altri rischi oltre quelli che già ci porta la nostra patologia?». La risposta di AIFA

16/03/2020
Coronavirus

 

«Che facciamo se il piano terapeutico ci scade in questi giorni? Come possiamo garantirci di poterci continuare a curare senza dover correre altri rischi oltre quelli che già ci porta la nostra patologia?».

In queste giornate in cui #restiamoacasa, tante persone, con SM o con altre patologie croniche, hanno posto questa domanda.

 

E AIFA ha risposto prontamente e positivamente.

 

Sul sito dell’Agenzia Italiana del Farmaco infatti si legge: «In considerazione della necessità di ridurre il rischio di infezione da SARS-CoV-2 nei pazienti anziani e/o con malattie croniche, limitando l’affluenza negli ambulatori specialistici al fine di ottenere il rinnovo di piani terapeutici di medicinali soggetti a monitoraggio AIFA web-based o cartaceo […] si comunica che la validità dei piani terapeutici (PT) web-based o cartacei già sottoscritti dai medici specialisti e che risultano in scadenza nei mesi di marzo e aprile sarà estesa di 90 giorni a partire dal momento della scadenza. Al termine del suddetto periodo di proroga, in assenza di nuove comunicazioni, il rinnovo dei PT dovrà avvenire secondo le consuete modalità. Nel caso il paziente presenti un peggioramento della patologia di base o un’intolleranza al trattamento, l’estensione di validità non potrà essere automatica, ma dovrà essere contattato lo specialista di riferimento con modalità che saranno definite dalle singole Regioni».

 

Una domanda concreta e una risposta concreta agli oltre 10 milioni di italiani che correvano il rischio, in questo periodo, di doversi recare presso gli ambulatori esclusivamente per ottenere il rinnovo dei propri piani terapeutici.

 

 

 

Per maggiori informazioni: www.aism.it/coronavirus