AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Cerca la notizia

E.g., 29/09/2022
E.g., 29/09/2022
Home » News
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

La sclerosi multipla pediatrica spiegata ai genitori

09/09/2014

Si stima che nel 5-10% di diagnosi di SM l'esordio di malattia avvenga prima dei 16 anni. Se a vostro figlio è stata diagnosticata, o se la SM è stata suggerita come una possibile causa dei suoi sintomi, questa pubblicazione può aiutarvi a capire un po’ meglio la patologia

La sclerosi multipla è comunemente considerata una malattia dell’età adulta, ma recenti evidenze hanno messo in luce che anche i bambini e gli adolescenti possono svilupparla. È comunque abbastanza frequente per gli adulti con SM rintracciare le origini della loro malattia nella loro infanzia o adolescenza. Si stima che in Italia ci siano circa 72.000 persone con SM ed è possibile che nel 5-10%, dei casi l’esordio della malattia avvenga a un’età inferiore ai 16 anni.

La SM pediatrica non è facilmente diagnosticabile: i sintomi si possono presentare in forma lieve e passeggera oppure possono essere associati ad altre malattie più comuni nei bambini con sintomi simili a quelli della SM. Se a vostro figlio è stata diagnosticata la SM, o se la SM è stata suggerita come una possibile causa dei suoi sintomi, questa pubblicazione può aiutarvi a capire un po’ meglio la patologia, come gestire i cambiamenti che si possono presentare e quali trattamenti sono disponibili.

L'idea di una pubblicazione rivolta ai genitori che hanno un bambino o adolescente con diagnosi di SM nasce proprio dal confronto con le famiglie entrate in contatto con l'Associazione, che hanno segnalato la mancanza di informazioni specifiche per la SM pediatrica. L’obiettivo è quello di affrontare le difficili tematiche della sclerosi multipla in età pediatrica, con un linguaggio chiaro e accessibile, toccando i principali aspetti della SM, cercando di dare una prima risposta ai numerosi interrogativi e dubbi che si possono provare di fronte a una diagnosi di SM del proprio figlio.

Seguici sui social

  • Facebook
  • Twitter
  • Canale Youtube
  • Instagram