AISM

BlogBlog

LibreriaLibreria

CommunityCommunity

PressPress

AccessibilitàAccessibilità

Cerca la notizia

E.g., 01/07/2020
E.g., 01/07/2020
Home » News
Condividi con Facebook Condividi con Twitter email Stampa
AISM

Dossier Coronavirus (COVID-19) e sclerosi multipla. Cosa c'è da sapere

Dossier Coronavirus

 

L’Italia sta vivendo un momento di grande preoccupazione per la diffusione del cosiddetto Coronavirus. Le persone con sclerosi multipla, che assistono come tutti a questa emergenza, ci chiedono informazioni riguardo ai rischi e alle precauzioni che è meglio adottare. Per chi ha bisogno di informazione e consulenza gratuita dai nostri esperti, può contattare il Numero Verde AISM. 

 

La prima raccomandazione per le persone con sclerosi multipla, come per chiunque, è seguire le indicazioni che le Autorità dispongono per il territorio nazionale.

 

Le persone con sclerosi multipla devono adottare precauzioni specifiche: ciascuna persona in base alle terapie che sta assumendo e alla sua specifica condizione clinica, con particolare attenzione alla condizione immunitaria, può richiedere al proprio neurologo curante un consiglio personalizzato.

 

La MSIF (Multiple International Federation) Federazione Internazionale delle Associazioni SM ha elaborato un documento con le nuove raccomandazioni per le persone con sclerosi multipla, affinché adottino le misure adeguate prevenire il rischio di contagio dal virus, prendano le decisioni corrette riguardo alla gestione delle terapie e dei trattamenti per la sclerosi multipla. Questo documento è stato declinato per lo specifico contesto italiano da un gruppo di lavoro AISM e SIN (Società Italiana di Neurologia).

 

Le raccomandazioni della Federazione Internazionale SM, AISM e SIN

 

Raccomandiamo di discutere e concordare con il proprio neurologo curante ogni decisione riguardante la gestione della SM e dei relativi trattamenti. 

 

In questo video il Prof. Francesco Patti, coordinatore nazionale del gruppo studio SM della Società Italiana di Neurologia - fornisce alle persone con sclerosi multipla e famigliari alcune indicazioni utili per affrontare l'emergenza causata dal coronavirus.

 

APPROFONDISCI 

•  Lancet Neurology pubblica il primo studio al mondo su Covid-19 e SM. L'annuncio di AISM e SIN.

•  Raccomandazioni generalI (Video del Prof. Mancardi)

•  Come comportarsi con le terapie (Video del Prof. Mancardi) 

•  Coronavirus, sclerosi multipla e immunosoppressione (Video del Prof. Mancardi)

 

DOCUMENTI

•  Le raccomandazioni della Federazione Internazionale SM, AISM e SIN.

•  Indicazioni sulla gestione del paziente con SM  (Documento SIN, Gruppo di Studio SM).

 

AISM sta facendo di tutto per restare al fianco di tutte le persone con SM: le nostre Sezioni, il nostro Numero Verde ricevono ogni giorno numerosissime segnalazioni di difficoltà e richieste di intervento. Per questo chiediamo di 10-15 minuti del vostro tempo per rispondere al questionario che trovate qui: più risposte arriveranno, meglio conosceremo l’impatto dell’epidemia di coronavirus sull’accesso alle cure, all’assistenza, e in generale alla condizione di tutte le persone che devono affrontare ogni giorno l’emergenza della SM nell’emergenza del Coronavirus.

 

partecipa al sondaggio aism su coronavirus e sm

 

 

Coronavirus, sclerosi multipla, visite e accesso ai farmaci

Le misure progressivamente adottate dall'Agenzia Italiana del farmaco e dalla Protezione Civile - tramite diversi successivi provvedimenti - per affrontare l'emergenza Coronavirus (COVID-19) prevedono disposizioni specifiche per le persone in trattamento con farmaci.

 

In questo video il Prof. Francesco Patti, coordinatore nazionale del gruppo studio SM della Società Italiana di Neurologia - fornisce rivolto alle persone con sclerosi multipla e famigliari informazioni sul rapporto tra terapie per la sclerosi multipla e coronavirus.

 

APPROFONDISCI

•  Estesi di 90 giorni i piani terapeutici per persone anziane e patologie croniche 

•  Nuova estensione fino a maggio per i piani terapeutici per persone anziane e patologie croniche 

•  In tutte le Regioni la ricetta arriva sul telefono o via e-mail 

•  Rinvio prestazioni ambulatoriali e ospedaliere non urgenti 

•  Sospese le visite d’invalidità e prorogate le patenti in scadenza 

 

Per segnalazioni di situazioni problematiche vi consigliamo di rivolgersi al Numero Verde AISM per una prima valutazione.

 

 

Coronavirus, sclerosi multipla e lavoro 

Le misure progressivamente adottate dal Governo - tramite diversi successivi Decreti - per affrontare l'emergenza Coronavirus (COVID-19) prevedono disposizioni specifiche per le persone in particolari condizioni di salute (gravi patologie, immunodepressione, la stessa sclerosi multipla).

 

Per le specifiche situazioni lavorative, essendo legate alle varie tipologie contrattuali e soprattutto alle varie tipologie di attività e mansione, è opportuno poi che ciascuno si rivolga al proprio sindacato di fiducia. Oppure consigliamo di rivolgersi al Numero Verde AISM per una prima consulenza.

 

In questo video il Prof. Francesco Patti, coordinatore nazionale del gruppo studio SM della Società Italiana di Neurologia, fornisce - rivolto alle persone con sclerosi multipla e famigliari informazioni sul tema delle certificazioni necessarie per assentarsi dal lavoro.

 

APPROFONDISCI

•   Certificazione per assentarsi da lavoro: le ultime novità

•   Coronavirus e lavoro per le persone con sclerosi multipla, le domande più frequenti

•   Coronavirus e lavoro: cosa dice il Decreto Cura Italia

•   Estesi ai lavoratori con disabilità grave i permessi della legge 104/92. Il chiarimento INPS

 

 

Cosa sta facendo AISM

Le richieste di aiuto ad AISM si sono moltiplicate nel corso di questa emergenza. L'Associazione si è rapidamente riorganizzata, potenziando i propri strumenti di ascolto attivo in ogni territorio attraverso le proprie Sezioni (trova quella più vicina a te) provinciali e i gruppi operativi del territorio (indirizzo del sito web della sezione e del contatto telefonico attivato) in grado di offrire supporto immediato alle persone, creando una task force per potenziare il Numero Verde Nazionale 800-803028. I volontari di AISM sono “al lavoro” per fare sentire la presenza dell’Associazione al fianco delle persone: danno informazioni, offrono servizi indispensabili, come la spesa e il ritiro dei farmaci per la SM, mettono in contatto le persone con psicologi e con i neurologi del centro clinico di riferimento. Sono disponibili a tenere compagnia a distanza alle persone sole.
AISM sta inoltre cercando di fare in modo - attraverso un'azione continua di advocacy verso  Governo, Parlamento e tutte le forze politiche - che i provvedimenti per far fronte all'emergenza coronavirus tengano conto della situazione in cui si trovano le persone con sclerosi multipla, con gravi patologie e con disabilità, in modo  da favorire la possibilità di rimanere a casa per chi ha la SM, come indica il decreto riguardo alle patologie croniche.

 

Sono tantissime richieste che giungono al Numero Verde AISM in questi giorni, non solo di persone con sclerosi multipla ma anche con disabilità e gravi patologie. L’Associazione sta ascoltando e raccogliendo le esigenze delle persone, e al tempo stesso sta facendo richieste alle istituzioni per migliorare i provvedimenti che riguardano le persone con sclerosi multipla e altre patologie nell’affrontare questa crisi sanitaria senza precedenti. Focus di Paolo Bandiera, Direttore Affari Generali AISM.

 

APPROFONDISCI

•   Decreto Rilancio: misure per persone con disabilità (15 maggio 2020)

•   Emergenza Coronavirus: il tema del lavoro  (Video  9 marzo 2020)

•   Coronavirus e lavoro: le richieste di AISM (Video 12 marzo 2020)

•   Le novità del Decreto Cura Italia e il ruolo di AISM (Video 18 marzo 2020)

•   Certificazioni e permessi legge 104. Le richieste di AISM e FISH (Video 23 marzo 2020)

•   La task force del Numero Verde AISM in supporto delle persone con SM

•   Legge 104, certificazioni, lavoro agile: le novità (Video 25 marzo 2020)

•   Coronavirus: nuove linee di indirizzo organizzative dei servizi ospedalieri e territoriali

 

 

Cosa è COVID-19

Si chiama coronavirus (COVID-19) una famiglia di virus che può causare malattie diverse, dal comune raffreddore a patologie più gravi come la sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la sindrome respiratoria acuta grave (SARS). Difficile capire come e da dove il virus si sia generato. Da alcune indagini pare che in Cina, nel 2002, gli esseri umani sia stati contagiati a partire dagli zibetti, mentre qualche anno dopo, nel 2012 in Arabia Saudita, pare che il virus sia stato trasmesso dai dromedari.

  

I sintomi più comuni

Febbre, tosse, difficoltà respiratorie. Nei casi più gravi, l'infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e anche il decesso.

 

Come proteggersi?

•  lavare spesso le mani con acqua e sapone o con soluzioni alcoliche;

•  starnutire o tossire in un fazzoletto o con il gomito flesso, utilizzare una mascherina e gettare i fazzoletti utilizzati in un cestino chiuso immediatamente dopo l'uso e lavare le mani;

•  evitare carne cruda o poco cotta, frutta o verdura non lavate e le bevande non imbottigliate;

•  evitare il contatto ravvicinato, quando possibile, con chiunque mostri sintomi di malattie respiratorie come tosse e starnuti. 

 

 

Coronavirus e fake news

In questo momento di emergenza circolano in rete tantissime informazioni, alcune sono delle vere e proprie fake news, cioè false informazioni. Per questo motivo il Ministero della Salute ha dedicato una pagina del proprio sito alle fake più diffuse riguardo il coronavirus, tale pagina verrà aggiornata periodicamente in base alle eventuali notizie false che dovessero circolare in rete e non.

 

 

Risorse utili

•  Nuovo Coronavirus: domande frequenti sulle misure per le persone con disabilità (Presidenza del Consiglio dei Ministri)

•  Nuovo Coronavirus: la pagina dedicata sul sito del Ministero della Salute

 

 

Ultimo aggiornamento 17 aprile 2020